Trama

La tormentata saga della famiglia Ekdhal di Uppsala agli inizi del secolo, vista con gli occhi dell'adolescente Alexander e della sorellina Fanny. Fortemente autobiografico, è il film-testamento di Bergman e un omaggio al teatro e al cinema: due mondi nei quali "tutto può accadere, tutto è possibile e verosimile".

Commenti (5) vedi tutti

  • L'eredità cinematografica di Ingmar Bergman è rappresentata in questa opera visivamente parlando eccellente, anche se di difficile visione.

    leggi la recensione completa di SatanettoReDelCinema
  • Voto 8. [01.11.2009]

    commento di PP
  • Più inquietante di quanto possa sembrare, per via delle fantasie di Alexander e della caratterizzazione degli ambienti e dei personaggi, circondati da un'atmosfera ambigua e misteriosa (merito anche della fotografia). 8 1/2

    commento di kotrab
  • lo sguardo pessimista di Bergman si fa piu indulgente in questa saga familiare che è uno dei suoi film piu belli

    commento di howard76
  • 10

    commento di incallito
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

  • Miglior film straniero al Premi Oscar 1984
  • Miglior fotografia a Sven Nykvist al Premi Oscar 1984
  • Miglior scenografia al Premi Oscar 1984
  • Migliori costumi al Premi Oscar 1984
Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

  Un'epopea familiare dalle innumerevoli facciate, innestate su di un plot di stampo elementare ma dall'evolversi, anche, rudemente scomposto. Di base, sradicamento di due ragazzi dalla famiglia d'origine ed innesto in contesto dai contorni ostili. E l'analisi la voglio gestire da profano, sulla scorta di sensazioni immediate, freddo/caldo  sorpresa/noia, porgendo il fianco alla... leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Il regista può essere Bergman, la durata (oltre tre ore) può essere sensibilmente ridotta rispetto alla versione originale per la tv, ma questo continua ad essere un discreto mattone. Atmosfere patinate, luci e colori dosati con maestria, dialoghi, inquadrature, personaggi ineccepibili: eppure che battaglia per arrivare in fondo. La storia è ampiamente dispersiva (in fondo... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

play natalizia

panunzio di panunzio

sulle noten dei Modena City ramblers   Ti ricordi c'incontrammo in un giorno di neve e di freddo E stasera ci faremo un bicchiere di scura ed un giro di walzer Con tanti saluti ad un altro Natale. Signora dei...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2016
2016

Recensione

SatanettoReDelCinema di SatanettoReDelCinema
8 stelle

Fanny & Alexander non è l’ultima prova registica di Bergman. E’ l’ultimo suo film destinato alle sale cinematografiche, ma non la sua prova ultima da regista in generale (quella è Sarabanda). Considero tuttavia questo film come il suo testamento, in quanto ha nei suoi significati un incrocio delle varie tematiche che il regista svedese ha trattato nelle sue...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Baliverna di Baliverna
10 stelle

Questa era a volte la TV neanche troppi anni fa... cioè anni luce da quella di oggi. Il maestro svedese gira un'opera originale e ricchissima, con uno stile pacato, quasi lento, che pure non provoca un attimo di noia. Tra gli elementi di originalità c'è sicuramente anche la compenetrazione, dalla distinzione spesso incerta, tra realtà, fantasia e soprannaturale:...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

E' mia ferma opinione che il Bergman "televisivo" della seconda parte di carriera sia stato meno grande di quello prettamente cinematografico degli anni 50 e 60, periodo in cui ha realizzato i suoi capolavori. Non che il maestro di Upsala non abbia saputo confrontarsi col mezzo televisivo, anzi. Ma credo che la potenza espressiva dei suoi film per la sala sia superiore a quella di opere come...

leggi tutto

Amarcord(s) cinematografici.

steno79 di steno79

“L’autobiografia è una ricerca inesauribile” (Andrea Battistini, “Lo specchio di Dedalo”, Bologna, Il Mulino, 1990, pag. 15). “Per colui che intraprenda la rischiosa impresa di ricordare una vita, si...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012
Disponibile dal 21 novembre 2012 in Dvd a 8,99€
Acquista
Il meglio del 2011
2011

I bambini che imparano.

Peppe Comune di Peppe Comune

Quando il mondo adulto è filtrato attraverso gli occhi sognanti di un bambino e la purezza ancora vergine di questi esseri costretti a crescere troppo in fretta ha il potere fantastico di ricondurre ogni cosa...

leggi tutto

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
8 stelle

  Un'epopea familiare dalle innumerevoli facciate, innestate su di un plot di stampo elementare ma dall'evolversi, anche, rudemente scomposto. Di base, sradicamento di due ragazzi dalla famiglia d'origine ed innesto in contesto dai contorni ostili. E l'analisi la voglio gestire da profano, sulla scorta di sensazioni immediate, freddo/caldo  sorpresa/noia, porgendo il fianco alla...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

almodovariana di almodovariana
8 stelle

Una sorta di manifesto dei credo di Bergman. La famiglia Echdal ricorda la vera famiglia di Bergman e, per il fatto di essere proprietaria di un teatro, diviene una metafora del mondo del cinema e dell'arte. Sensualità e rigore, dolore straziante e fuga nel surreale, fotografia nitida e musiche suggestive fanno di questo film una saga indimenticabile.

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10 Testamento artistico di Bergman e suo congedo dal cinema (in seguito dirigerà soltanto film televisivi: anche questo a dire il vero è stato realizzato per la tv, ma l'edizione più conosciuta è quella cinematografica di 3 ore). Film-fiume alla Via col vento, saga nordica che assomiglia a un poderoso romanzo per immagini, appassionato omaggio al teatro:...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007

Arrivederci ragazzi

LorCio di LorCio

In poco più di 24 ore ci hanno lasciato due dei registi, due degli autori che più hanno reso grande la Settima Arte: in ordine di scomparsa, Ingmar Bergman e Michelangelo Antonioni. Due maestri dell'anima....

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1984
1984
Miglior scenografia al Premi Oscar 1984
Migliori costumi al Premi Oscar 1984
Miglior fotografia a Sven Nykvist al Premi Oscar 1984
Miglior film straniero al Premi Oscar 1984
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito