Good bye Lenin!

Regia di Wolfgang Becker

Con Daniel Brühl, Katrin Sass, Maria Simon, Chulpan Khamatova Vedi cast completo

Questo film non è disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Trama

Germania dell'Est, 1989: il giovane Alexander Kerner protesta contro il regime e viene arrestato. Sua madre Christiane ha un attacco cardiaco e finisce in coma. Qualche mese più tardi, dopo il crollo del Muro, Christiane si sveglia. Per evitarle emozioni troppo forti, Alexander cerca di mantenere in vita il passato mettendo in atto ogni possibile stratagemma. Ma il mondo è irreversibilmente cambiato...

Note

Il film è simpatico, anche se per lo spettatore italiano non potrà mai avere lo stesso valore catartico che ha avuto in patria. Talvolta, però, la regia un po' grigia brucia le possibilità della storia, procedendo senza gran ritmo.

Commenti (19) vedi tutti

  • Film decisamente piacevole e poetico!!! Voto 9.

    commento di Brady
  • Un umorismo d'altri tempi (e luoghi) in una tragicommedia paradossale e trascinante. Personaggi irresistibili. Semplicistico in alcuni aspetti, ma molto coinvolgente.

    commento di bebabi34
  • Il busto di Lenin portato via da un elicottero…spesso una sola immagine vale più di mille parole.Un pezzo di Storia raccontata in maniera ironica, garbata e mai sopra le righe.

    commento di gmax220
  • Mentre assistiamo divertiti a una laboriosa mesa in scena siamo a nostra volta vittime di una mistificazione; buono per sociologhi, persuasori occulti e anche per noi.

    commento di michel
  • Grande Film ! Con un'idea di fondo brillante e geniale che vale un giudizio ottimo. Interpreti al posto giusto e con un buon ritmo. La dimostrazione che per fare grandi film bastano solo le idee… Pluripremiato in Germania con merito.

    commento di jeffste
  • Un piccolo capolavoro europeo. Film raccontato con semplicità, recitato con grazia nel contesto di una storia contrisa di complicazioni.

    commento di IGLI
  • Molto carino,si poteva giocare di più sull'ironia,un racconto surreale di una realtà tragica,tipico di alcune cinematografie che poco appartiene alla cultura italiana,forse per questo nn è stato apprezzato come avrebbe dovuto

    commento di damona68
  • Bellissimo!

    commento di Totororesurrection
  • Una moderna favola che scorre via in maniera tenera e simpatica. Ottime le ricostruzioni dell'ambiente dell'ex DDR. Piacevole film per una tranquilla serata. Bello!

    commento di jeffwine
  • Lessico familiare nel post-comunismo. Il figlio costruisce la storia come l’avrebbe voluta la madre. Anche musicalmente emozionante (Yann Tiersen)

    commento di amalteo
  • lo ritengo un piccolo capolavoro, argomenti drammatici mischiati a toni da commedia stile la vita è bella, piacevole sorpresa…memorabile la sequenza della staua di lenin, piccolo omaggio alla dolce vita

    commento di Dr.Lynch
  • Ottimo film diretto con maestria e ben interpretato. Il passaggio dalla DDR dell'est a Germania unita non è ben raffigurato ma la storia è particolare e molto originale nel soggetto. Da non perdere.

    commento di Rallyman
  • Pensavo di trovarmi di fronte a un drammone tutto lacrime e umorismo zero invece mi sono dovuto ricredere.. l'umorismo c'è e il protagonista e l'amico sono simpatici.. anche se qualche concessione a quanto detto sopra viene fatta nel finale

    commento di the_believer
  • Film fatto con pochi mezzi ma con tante idee. Bell'affresco fantasioso su di un pezzo di storia che ha travolto i tedeschi ma anche tutti noi. 7

    commento di orsOrazio
  • VOTO : 7 Sarà anche imperfetto stilisticamente ma lo spunto è notevole e la storia più che interessante. Si ride ma nello stesso tempo si riflette e questo è raro. Esempio di cinema d'autore.

    commento di supadany
  • Oscar meritato x questa commedia mai banale. Certo, fossi nato tedesco, l'avrei apprezzato ancora d +…

    commento di the riolf
  • Das film ist sehr, aber sehr S C H L E C H T!!! che noia! alcuni pezzi c' è proprio da addormentarsi…e la storia è molto, ma molto banale.

    commento di ciliegina
  • Bello e spiritoso questo film tedesco. Ambientazione casereccia ma perizia sartoriale per un colpo di genio a basso costo. Personalmente prediligo queste storie piccole che aprono lo sguardo a metafore molto ampie.

    commento di zio_ulcera
  • Il film sa che bisogna sapere che sapore ha per le Germania questa storia. Un po' insipido per chi non sa che bisogna sapere che sapore ha per la Germania.

    commento di Gargamella
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

jonas di jonas
9 stelle

Com’è noto, il libro più corto che esista si intitola Storia completa dell’umorismo tedesco: i teutonici si impegnano, ma proprio non riescono a far ridere. All’inizio ci prova anche questo film, che parte come una commedia raccontando l’assurdo piano di un figlio amorevole (e straordinariamente somigliante a Tobey Maguire) che, per non procurare scosse... leggi tutto

44 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

bukowski91 di bukowski91
6 stelle

Una chicca interessante questo "Goodbye Lenin", ma non un capolavoro. Forse è vero visto da un italiano e, soprattutto da una persona nata dopo questi avvenimenti come me, non avrà lo stesso effetto su un tedesco(magari dell'est) o su una persona che ha vissuto mediaticamente questi eventi. Il mondo cambia e una signora uscita dal coma ancora non lo sa, cioè crede di... leggi tutto

13 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

grammaramma di grammaramma
stelle

La madre si risveglia dal coma in sospetta coincidenza col bacio tra il devotissimo figlio Alex e l'incantevole infermierina Lara. Ah, la prodigiosa forza dell'amore! Il miracolo laico! L'amore che vince la morte! Che meraviglia, che delicatezza, che sensibilità! Non è dato dubitare: il portentoso Becker è il novello nocchiero del cinema tedesco che, ahimè, naviga in grande, grandissima... leggi tutto

2 recensioni negative

Il meglio del 2015
2015

Recensione

jonas di jonas
9 stelle

Com’è noto, il libro più corto che esista si intitola Storia completa dell’umorismo tedesco: i teutonici si impegnano, ma proprio non riescono a far ridere. All’inizio ci prova anche questo film, che parte come una commedia raccontando l’assurdo piano di un figlio amorevole (e straordinariamente somigliante a Tobey Maguire) che, per non procurare scosse...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Baliverna di Baliverna
6 stelle

E' una riflessione non troppo profonda, ma pur sempre interessante, sul radicale cambiamento che avvenne nella Germania Orientale (DDR) dopo la caduta del muro e la riunificazione con la Repubblica Federale. E' una storia a metà tra il dramma e la commedia: vi sono spunti umoristici ma anche un sottotesto drammatico, benché raccontato con leggerezza. L'idea della mamma attivista...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Spiritosa, stravagante, ispirata ed equilibrata revisione dell'epoca della DDR. Merita lo status di "cult istantaneo". Il copione parte da una idea forte, che poi è una grande metafora della coscienza di un'intera nazione/generazione; poi si sviluppa con autentici colpi di genio, alternati da prevedibile ma sopportabile sentimentalismo. In perfetto equilibrio fra "ostalgie" e sguardo critico,...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

La dolce vita di Lenin al sole di Capri

yume di yume

Salviamo subito  il diritto d’autore. E’ il titolo di un articolo on line del 30/10/ 2009 dalla testata Il Giornale di Gennaro Sangiuliano. Ne consiglio la lettura, tanto per cominciare e con buone dosi di...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2011
2011

The Wall - 9 novembre 1989.

panflo di panflo

Quando la sera del 9 novembre un portavoce del governo della DDR annunciò una riforma molto ampia della legge sui viaggi all'estero, la gente di Berlino est lo interpretò a modo suo: il muro doveva sparire....

leggi tutto

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Ottobre 1989. Da quando suo marito si è allontanato perché non sopportava più il giogo del totalitarismo della DDR, Christiane (Sass) ha riversato tutte le sue energie nell'attivismo politico, in completo allineamento con la politica filosovietica della Repubblica Democratica Tedesca. Ma un giorno ha un infarto, va in coma per otto mesi e quando si risveglia tutto...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

maltese falcon di maltese falcon
8 stelle

Miglior film europeo al festival di Berlino 2003 e campione d’incassi in Germania, Good Bye, Lenin! è una singolare e riuscita commedia politica dalle sfumature drammatiche e fiabesche, ambientata nella monumentale Berlino Est. Christiane Kerner (la brava Katrin Sass), rigorosa attivista per il progresso sociale del regime comunista cade ed entra in coma a ridosso della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2009
2009
Il meglio del 2008
2008

"Ciao, Bella"

Dying Theatre di Dying Theatre

Ebbene sì.. l'ex 'democratic party', nuovamente auto-ribattezzatosi 'festa-dell'-unità' non si sa con che CORAGGIO.. ha scelto il suo 'logo' come meglio non poteva: cartelloni giganteschi titaneggiano neanche...

leggi tutto

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Il crollo di un mondo tradotto in commedia. Il cambiamento è reso molto efficacemente, con perfetta aderenza alla realtà: i festoni colorati del consumismo che si sovrappongono al grigiore d'oltrecortina non sono un espediente scenografico, bensì il più evidente elemento di novità dopo la caduta del Muro. Il film è solo apparentemente filo-occidentale, in quanto si sviluppa intorno ad...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Sublime e simpatico film tedesco che racconta con bravura una storia originale e un po' surreale. E' anche il film che -ahinoi- decreta la morte irreversibile del comunismo vero e puro, non quello di Stalin, non quello dell'URSS, non quello del muro. La statua di Lenin che vola tra i tetti della rinata Berlino è il simbolo di questa morte e della successiva e necessaria rinascita di un paese...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2006
2006

Recensione

tricheco di tricheco
8 stelle

L'utopia socialista è l'infanzia, l'infanzia è utopia come il socialismo. Ciascun fattore permette dunque una inedita comprensione dell'altro. Un film politico che è dunque intimo e personale, un film intimista che si fa dunque politico (trait d'union di queste due illusioni - e delle relative disillusioni - la figura da mitologia tanto infantile quanto socialista di un'astronauta finito...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005

Recensione

ted pikul di ted pikul
8 stelle

Mi aspettavo un film quasi comico; l’idea di nascondere alla madre la caduta del regime comunista portava necessariamente il figlio ad una serie di peripezie; e così è stato. Il tono però è diverso da come me lo immaginavo: le vicende si installano in un contesto più complesso, un’insieme di avvenimenti che rendono il tutto più serio. Ma intimo. La divisione delle due Germanie ha...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Sinistri presagi

Beverley Mantle di Beverley Mantle

"Ad ognuno secondo il suo bisogno e da ognuno secondo le sue capacità.. e anche se oggi potrà sembrare un sogno da domani può esser la realtà, da domani DEV'esser la realtà.." (E.Finardi) Già.. in effetti mi...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

i miei film

pimpi di pimpi

sette film sono pochi, la mia lista sarebbe stata molto più lunga...ad ogni modo questi sono alcuni dei film che rivedrei all'infinito senza mai annoiarmi e scoprendo ogni volta qualcosa che in precedenza mi era...

leggi tutto
Playlist

Recensione

scapigliato di scapigliato
8 stelle

Un film che parte commedia, e che più prosegue sterza bruscamente verso il dramma sentimentale. É però un film che colpisce al cuore soprattutto nella sezione finale, la parte dedicata alle lacrime e alle emozioni. Ok, non sono un sentimentalone, ma il totale della pellicola è divertentissimo, anche se non da spanciarsi dalle risate. E questo perchè, più che una commedia fine a se...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

il MIO 2003!!!

ForestOne di ForestOne

Della trentina di film che ho visto durante quest'anno, questi sono quelli che mi hanno colpito di più... Spero che condividiate le mie scelte, altrimenti... pubblicate una playlist anche voi!!! :-)

leggi tutto
Playlist

Recensione

ike di ike
8 stelle

Quei benedetti cetriolini di una marca povera,della Berlino ante caduta muro,marca grigia,marca famigliare,marca che non si trova piu',dopo l'invasione occidentale di tante marche dai mille colori...e' una parte emblematica del film il riferimento ai cetriolini,e' il vecchio mondo che non accetta il nuovo,e' il non rassegnarsi alle delusioni, la paura della novita' sfrenata. Film...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Uscito nelle sale italiane il 5 maggio 2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito