Trama

Giovanna e Filippo sono sposati da otto anni e hanno due figli. Lei è il vero traino della famiglia e ciò l’ha costretta a indurirsi nei rapporti affettivi e a rinunciare ai suoi sogni. Si concede solo una piccola abitudine segreta: spiare un giovane che abita nel palazzo di fronte al suo. Un giorno, casualmente, i due si incontrano e diventano complici nel cercare di svelare il mistero dell’identità di un signore molto anziano che non ricorda più nulla...

Note

Özpetek vorrebbe raccontare, come suo solito, i segreti di chi ignora molto di sé e degli altri: come suo solito le buone intenzioni rimangono tali. Da segnalare la straordinaria interpretazione (l’ultima) di Girotti.

Commenti (28) vedi tutti

  • Bello e struggente

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Il miglior film di Özpetek, che torna finalmente (dopo “Hamam – Il bagno turco”) a mettere tutto il suo innegabile talento al servizio di una storia solida e non prigioniera dei suoi tipici arzigogoli.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Tutti a consigliarmi questo film descrivendolo come un mezzo capolavoro,domanda:ma che ha questo di film di così particolare? A me sembra un film normale,piacevole e nulla di più.

    commento di Talasso
  • Domanda: ma non è stato troppo sopravvalutato questo film? Che ha di così particolare? Voto 6 …ma tirato tirato…

    commento di Blue Velvete
  • I film a cui do 5 stelle sono quelli che mi emozionano e mi lasciano quella sensazione piacevolissima di esser entrato a far parte di quella famiglia di attori e personaggi che ho voluto bene in quell'intensa breve durata del film.

    commento di KICKASS
  • Il solito Özpetek, la storia è incredibilmente noiosa pur riuscendo ad incuriosire a tratti (sparsi nel lungo cammino intrapreso per recuperare pezzi di memoria).

    commento di alfatocoferolo
  • Mediocre, lento, qualche idea interessante c'è, ma poco altro.Voto: 4.5! la peggior interpretazione della bravissima Mezzogiorno.Fidatevi di Sirio: non perdete tempo con questo film!

    commento di scaccomatto
  • Troppo triste, troppo lento. Vorrebbe essere un film davvero profondo (peri temi di cui tratta) ma non scorre abbastanza bene.

    commento di Utente rimosso (tika)
  • ORRENDO…

    commento di Il cattivo nullatenente
  • Un film che ti tocca nel più profondo del cuore. Bellissimo…

    commento di ele88ele
  • sono affezionatissima a questo film!

    commento di delfinodelfino
  • Film gradevolissimo…

    commento di splendoris
  • Film di genere, e in particolare del filone intimista "Alla ricerca di qualcosa di tragico dentro di noi". L'ottimo spunto iniziale della perdita di memoria si perde nelle lacrimevoli e isteriche peripezie della Mezzogiorno.

    commento di nikkoste
  • 5

    commento di incallito
  • Splendido…

    commento di antimes
  • Io non sono un appasionato del genere, ma il film mi è piaciuto nel complesso, anche se vorrei sapere chi di voi che incontra un vecchio, pardon anziano, per la strada lo prende e se lo porta a casa.

    commento di allmaster
  • bel film, coinvolgente…ma abbastanza lento..! …

    commento di Fr@
  • Mi aspettavo di più. Dopo aver visto "Le fate ignoranti" mi aspettavo decisamente un film più coinvolgente,vivo… Buona la storia, buoni gli spunti, ma qualcosa non va… Non avevo nemmeno riconosciuto Bova!!!

    commento di robih
  • Commedia intimista, profonda, amara che si fa apprezzare perché invita alla riflessione. Ozpetek mostra la consueta sensibilità e una buona mano registica strizzando l'occhio in certi frangenti a Scola ("Una giornata particolare"). (7)

    commento di arme
  • Il migliore film italiano dell'anno (altro che Muccino!!!)… bello, emozionante, commovente (per una come me che poi non si commuove mai!): Gli attori bravissimi… senza parole!

    commento di didò
  • filmetto furbetto tipicamente italiano, mai piu' raggiunti i livelli del bagno turco

    commento di gisiusulisiasa
  • proprio no

    commento di gisiusulisiasa
  • un film discreto che senza grandi pretese racconda una vicenda grande e commovente

    commento di julca
  • non certo un bel film,anzi… da salvare l'interpretazione di filippo nigro e di massimo girotti,e certamente la colonna sonora.se e' questo il piu' bel film della stagione(vedi i donatello) c'e' davvero da preoccuparsi.

    commento di bustero
  • …mio dio… se la rinascita del cinema italiano parte da qui, stiamo freschi…

    commento di il tebro
  • E' un film che colpisce al cuore, Girotti è commovente, la Mezzogiorno intensissima. Bravo a Ferzan che per 90 minuti ci ha ipnotizzati. P.S. Anche la colonna sonora è struggente!

    commento di julesejim
  • finalmente un film che in "soli" 90m parla al cuore dello spettatore! nulla a che vedere con i lunghi film carichi di autocompiacimento degli ultimi tempi! una piccola e delicata poesia…

    commento di annarè
  • Bellissimo, sensibile, quando esci, dopo averlo visto, ti senti una persona migliore!!

    commento di luzdeluna
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 7,5. Per me il miglior film di Ferzan Ozpetek ad oggi. La storia mi è piaciuta decisamente (un gradevole amalgama di sentimenti), grazie ad una sceneggiatura articolata e scritta piuttosto bene, solida, nonostante qualche scena non proprio determinante (soprattutto quelle interne alla famiglia). A grandi linee potrebbe anche intendersi come non troppo originale (alla fine... leggi tutto

79 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sasso67 di sasso67
5 stelle

Özpetek non rientra tra le mie simpatie cinematografiche: mi sembra onesto ammetterlo subito, prima di commentare il suo lavoro. Il suo esordio (Hamam - Il bagno turco, 1997) non mi è dispiaciuto, ma nessuno degli altri film diretti dal regista di Istanbul che ho visto mi ha convinto pienamente. Questo discorso vale anche per La finestra di fronte, che pure ha dei meriti. Il primo... leggi tutto

22 recensioni sufficienti

Recensioni
Il meglio del 2017
2017

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Giovanna, moglie insoddisfatta di Filippo e madre di due figli,con un modesto lavoro di contabile, insieme a  Lorenzo, un dirimpettaio di cui si è infatuata ,comicia ad indagare su uno strano, misterioso e anziano signore, con problemi di memoria, che è capitato accidentalmente nella sua casa.Colpita dalla sua mesta gentilezza, cerca di aiutarlo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2016
2016

HEIL HITLER ? NO GRAZIE !

pippus di pippus

Carissimi coutenti, mi sento in dovere di ringraziarvi tutti per l’inaspettata adesione a quella che normalmente si dovrebbe definire recensione ma che, nel caso specifico, sarebbe più opportuno ritenere...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

sasso67 di sasso67
5 stelle

Özpetek non rientra tra le mie simpatie cinematografiche: mi sembra onesto ammetterlo subito, prima di commentare il suo lavoro. Il suo esordio (Hamam - Il bagno turco, 1997) non mi è dispiaciuto, ma nessuno degli altri film diretti dal regista di Istanbul che ho visto mi ha convinto pienamente. Questo discorso vale anche per La finestra di fronte, che pure ha dei meriti. Il primo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
7 stelle

“La finestra di fronte” è a mio modo di vedere il miglior film di Ozpetek, almeno fra quei cinque o sei titoli che ho avuto modo di visionare. È un ritratto umano profondo, sincero e che per una volta non si perde nelle mille poliedrie tipiche del regista italo-turco. Il parallelo 'sghembo' fra le due storie d'amore e vita narrate rappresenta la colonna portante di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
8 stelle

“Tutti quelli che se ne vanno, ti lasciano sempre addosso un po’ di se. È questo il segreto della memoria?” Con questa domanda, riflessiva e colma di pensieri, si chiude uno dei film più belli di Ferzan Özpetek. E la memoria, intesa come legame ai ricordi, è alla base di tutto il film in cui l’amore è il collante per le anime gemelle che si incontrano e dopo essersi riconosciute,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2012
2012
Disponibile dal 9 ottobre 2012 in Dvd a 9,99€
Acquista

Recensione

scandoniano di scandoniano
10 stelle

Il manifesto di Ferzan Ozpetek, vero concentrato di tutti quanti i suoi topoi. Il film è poetico, delicato, intelligente, una vera delizia per gli occhi. La recitazione della straordinaria Giovanna Mezzogiorno e di Massimo Girotti fanno da corollario ad una storia commovente, raccontata con straordinaria delicatezza da uno dei migliori registi della nuova generazione e basata sul valore...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

chribio1 di chribio1
4 stelle

film un po' particolare ma non mi ha convinto molto.Bravi gli attori.voto.5.

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 7,5. Per me il miglior film di Ferzan Ozpetek ad oggi. La storia mi è piaciuta decisamente (un gradevole amalgama di sentimenti), grazie ad una sceneggiatura articolata e scritta piuttosto bene, solida, nonostante qualche scena non proprio determinante (soprattutto quelle interne alla famiglia). A grandi linee potrebbe anche intendersi come non troppo originale (alla fine...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2009
2009

Tradimenti

Redazione di Redazione

Materia oscura per eccellenza, deviazione dall'altro. Il tradimento è maschera, è vigliaccheria, è doppiezza. E spesso, quanto più è atroce, tanto più è spettacolare. Proviamo allora a metterli in fila tutti...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008

Recensione

Winnie dei pooh di Winnie dei pooh
2 stelle

Solito film sciapo di Ozpetek, incredibilmente sopravvalutato da critica e pubblico. Regia invisibile, attori mediocri - sicuramente non aiutati dai dialoghi a dir poco imbarazzanti. Ma chi glieli scrive, Topo Gigio? -, storiella tanto edificante quanto patetica. Ferzan, perchè non ti trovi un lavoro vero?

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006

lazar al 01/03/2006

lazar di lazar

Ho inserito la lista d'istinto, senza pensarci troppo, i film spaziano infatti da una situazione ad un'altra senza una particolare logica, ma sono nella mia mente ...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

Recensione

zio_ulcera di zio_ulcera
stelle

Girato in parte per le vie di Testaccio, quartiere romano che deve il nome alle anfore, "testae", che venivano scaricate dalle navi presso il porto fluviale di epoca romana che ivi si trovava, il successone di Ozpetek rappresenta un paradigma, una sintesi formale, un punto d'approdo, un naturale sviluppo, una logica conseguenza, un nitido racconto, un affresco ben dipinto, la crisi dei...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004

In your eyes

Magnolia78 di Magnolia78

Quando un film ci lascia con uno sguardo che racchiude in sè tutto il significato e la bellezza dell'avventura appena raccontata. Uno sguardo che ci fissa e dice molto più di tante parole e va oltre le intenzioni.

leggi tutto
Playlist

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Che questo regista cresce a dismisura è evidente!Ha sempre avuto un amore per il cinema e per gli attori, che alle volte lo hanno fuorviato, ma ha sempre colto lo spettatore nel suo interesse.Qui la particolarità della trama, che poi ha detta dello stesso regista, è stata sviluppata durante le riprese, almeno per quanto riguarda la parte di Girotti, ha creato un feeling con noi spettatori...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

La finestra di fronte

Miss Parker di Miss Parker

Perchè è un film delicato,poetico,perchè Ferzan Ozpetek ha la sensibilità,perchè gli interpreti sono meravigliosi,perchè ho pianto per la purezza dei sentimenti e ho iniziato da quel momento un viaggio a la...

leggi tutto
Playlist

Recensione

Rosebud77 di Rosebud77
8 stelle

Ironia del destino (e di abile promozione) fa sì che Ozpetek, regista turco trapiantato in Italia, contenda a Muccino la sfida per il nuovo talento italiano. E messe a nudo le intenzioni con i risultati, vincendola. Entrambi al loro quarto film, il nuovo lavoro del regista de LE FATE IGNORANTI - ancora una volta sceneggiatore assieme a Gianni Romoli, anche produttore - si arrischia in una...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 24 febbraio 2003
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito