Trama

Prima storia: Matsumoto e Sawako erano una coppia felice, che sembrava destinata al matrimonio; ma le pressioni dei genitori e il successo hanno costretto l'uomo a fare una scelta. I due si ritroveranno uniti, in cerca di qualcosa che hanno dimenticato. Seconda storia: il boss della yakuza Hiro è rispettato e temuto, ma è solo e la salute lo sta abbandonando. A distanza di trent'anni torna nel parco in cui era solito incontrarsi, quando ancora era un povero lavoratore, con la fidanzata. Terza storia: Haruna passa gran parte del suo tempo su una spiaggia isolata, a guardare il mare; il suo bel viso è per metà ricoperto da bende. Prima dell'incidente, era un'amata star della Tv: Nukui è forse l'unico fan a esserle rimasto fedele...

Note

Kitano parte da Chikamatsu, lo "Shakespeare giapponese", per sviluppare un tema profondo e universale: l'amore come atto totale, definitivo, estremo. Nei confronti del quale la ragione è una prigione di vetro, facile da mandare in frantumi sotto il peso della follia. Sullo sfondo delle tempeste della passione, e senza dimenticare l'egoismo di chi la provoca (per interesse o per ambizione), la morte suggella il ritrovato equilibrio dei sentimenti in quanto evento "puro". Ancorché straordinario, _Dolls_ è un film di grande complessità e con molti livelli di lettura criptici. Ma ce n'è uno trasparente: dall'opera traspare in maniera definitiva la sacralità del paesaggio, la crudeltà ontologica della sua bellezza, l'iperrealismo della sua trasfigurazione poetica.

Commenti (17) vedi tutti

  • Voto 4. [22.12.2012]

    commento di PP
  • L'inizio non sembra incoraggiante e naturalmente è di un esasperante lentezza,ma le storie per quanto strane sono intriganti e il film ha una splendida fotografia.

    commento di wang yu
  • bel film che attraversa come una lama affilata, solo dopo ti accorgi di sanguinare i costumi di Yamamoto e la natura sono affreschi intorno agli attori

    commento di red grave
  • Storie stuggenti, estreme, inutili. Belle le sequenze e la regia ma che tipi da manicominio 'sti giapponesi.

    commento di sillaba
  • "Meraviglioso!!!!!!!!!!"

    commento di Gandi
  • una mattonata paurosa. probabilmente il cinema di kitano non fa per me.

    commento di emil
  • 7.5

    commento di nico80
  • Finalmente mi capita di poter usare questa parola per definire un film : capolavoro. Un Kitano per me insospettabile racconta tre storie d'amore drammatiche e non perbenistiche, Grandi paesaggi e grande fotografia.

    commento di jeffwine
  • Bellissimo. Kitano racconta tre storie d'amore assoluto, tragico, che trova nella morte la sua piena realizzazione. Non un film facile, e non certo convenzionale.

    commento di scream
  • Amore e Follia.legati indissolubilmente da una lunga corda rossa.Vera Poesia.

    commento di dulcido
  • beeeeello bello bello. peso pesissimo. fotografia tagliente

    commento di leonardo4it
  • stupendo 2002

    commento di gisiusulisiasa
  • "Se tutto è imperfetto in questo perfetto mondo, allora l'amore è perfetto nella sua assoluta e squisita imperfezione". Cos'altro aggiungere? Una mia analisi non farebbe altro che svilire questo film "assoluto".

    commento di Vocativo
  • un capolavoro assolluto, di una profondità sconcertante, pervaso da un' accecante bellezza, preludio di una "dimensione altra" empiricamente irrealizzabile, e perciò portaatrice di morte. tragedia senza dramma, silenzio assordante.

    commento di stracci
  • Penso sia la miglio opera cinematografica mai prodotta sul globo. Da quando ho visto questo film la mia vita è migliore . Più che Ottimo.

    commento di Totoro
  • Kitano non ha colpito nel segno. La ricerca formale non si addice ad un regista istintivo come lui ama definirsi. Un film a tratti interessante e a tratti schematico che deve molto al teatro tradizionale giapponese, ma Takeshi non è Mizoguchi…

    commento di marienbad
  • salve, sono Lucapirosca,sono partito dal Lido questa mattina e volevo salutare la redazione di Film-tv daily, grazie per avermi sopportato in questi giorni.Un grazie paricolare a Luca.Buon lavoro e a presto.

    commento di lucapirosca
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Viola96 di Viola96
10 stelle

Dolls.Bambole,marionette.Sfiorate da una divina brezza di un lieve vento o posate sulla candida cornice di un teatrino impensato e del tutto lieto.Non un bacio le sfiora,non un solo pensiero amoroso che riesca a distoglierle dalla loro contemplazione della vita.Perchè sono vive,ma non si sentono vive.Sono i modelli prediletti di Takeshi Kitano,autore straordinario e forse troppo stanco di... leggi tutto

59 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

LAMPUR di LAMPUR
6 stelle

Argomento delicato Kitano. Come il film. E criticherò delicatamente, spero, senza urtare  cristallerie con movenze pachidermiche ed insensibili, o la suscettibilità di innumerevoli fans. Non voglio parlare di “critica costruttiva” ma obiettiva si. E' il razionalismo occidentale che sfrucuglia l'haiku giapponese. Kitano mette sul piatto tre storie... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Palangaman di Palangaman
2 stelle

un amico di roma mi ha portato in una sala desser a vedere il film con la scusa che dopo si andava a mangiare i filetti di baccallà e invece me ne sono andato a casa dopo 20 minuti che mi è venuto il mal di testa. io non capisco perchè li fanno sti film cinesi che sembrano tutti uguali maschi e donne e poi e infatti li fanno solo in questi cinema desser perchè se li... leggi tutto

5 recensioni negative

Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 1 dicembre 2016 in Dvd a 12,99€
Acquista

Petaloso

Mike.Wazowski di Mike.Wazowski

Attenzione c'è una nuova parola in città....petaloso   Un bambino di otto anni di nome Matteo, frequentante la terza elementare, ha coniato una nuova parola durante una lezione di grammatica. ...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

NoodlessBickle di NoodlessBickle
10 stelle

Straordinario, dolente, struggente fim di Takeshi Kitano, tessitore di tre disperate storie d'amore: a) Sawato e Matsumoto, due giovani uniti dall'amore e da una promessa di matrimonio, sono divisi da denaro e potere, demoniaci tentatori che macchiano la purezza dell'amore; b) il vecchio e malato boss Hiro torna sulla panchina del parco nella quale siede la donna da lui abbandonata in...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

ohdaesoo di ohdaesoo
8 stelle

presenti spoiler Le marionette in una struggente cantilena parlano d'amore, di un amore funesto che rischia di distruggerle. Si aggrappano l'un l'altra, si guardano. Poi guardano in camera. E comincia così Dolls, storia di umane marionette mosse dai fili dell'amore, un amore folle e distruttivo. Non sono un fan di Kitano, ho visto pochissimo di suo, ma credo che il tutto sia dovuto ad...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2013
2013

Le ellissi e i silenzi

EightAndHalf di EightAndHalf

Vuoti esistenziali o attonite gioie? L'immobilità spesso sottende dinamiche interiori che le immagini normali non saprebbero rendere, alla disperata ricerca della catarsi. Per dirla in termini plebei, le pellicole...

leggi tutto

Recensione

fayValentine di fayValentine
8 stelle

Kitano esordisce con uno spettacolo di marionette giapponesi, Dolls, una scena di amore straziante in cui un garzone fugge con la nobildonna che ama, per impedirle di commettere gesti folli. Con i tempi lenti e delicati di un ciliegio che fiorisce, il regista racconta tre storie d'amore che si intersecano alla lontana, le accomuna la sofferenza di relazioni impossibili, vuoi a causa di ciechi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

tafo di tafo
10 stelle

Ma esiste poi l'amore assoluto? Questo si chiedeva e mi chiedeva un amico subito dopo aver visto il film. Io gli rispondevo che il problema oggi è forse un altro e cioè il fatto di non avere il tempo per porsi queste domande, figurarsi il fatto di potere cercare e trovare l'anima gemella per la quale sacrificare tutto. Quando un film lo fa con tale convinzione e bellezza il risultato non...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2010
2010

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
6 stelle

Argomento delicato Kitano. Come il film. E criticherò delicatamente, spero, senza urtare  cristallerie con movenze pachidermiche ed insensibili, o la suscettibilità di innumerevoli fans. Non voglio parlare di “critica costruttiva” ma obiettiva si. E' il razionalismo occidentale che sfrucuglia l'haiku giapponese. Kitano mette sul piatto tre storie...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

luisasalvi di luisasalvi
10 stelle

Il film è incorniciato, in una lunga apertura e una breve chiusura, da immagini di uno spettacolo di marionette (le "bambole" del titolo) del bunraku, da un testo di Chikamatsu Monzaemon (lo "Shakespeare giapponese"), "Meido no Hikyaku" ("I Messi dell'Inferno"), in cui il cortigiano Umegawa implora l'amante Chubei di smettere di compiere una follia per amor suo, poi decidono di scappare...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006

LE 6 GEMME DI KITANO....

carlos brigante di carlos brigante

Takeshi Kitano è il regista (insieme a Kubrick) che amo di più. Qui riporto i suoi sei capolavori assoluti, senza dimenticare però le altre sue opere che sono tutte di buon livello almeno. Ho visto tutti i suoi...

leggi tutto

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
10 stelle

Visto e rivisto più volte. Uno dei suoi capolavori assoluti; uno dei capolavori del cinema. Il mio regista preferito tra quelli ancora in vita. Tutti gli elementi del suo cinema sono presenti anche in questa sua opera perfetta sotto ogni punto di vista!!! I LOVE TAKESHI "BEAT" KITANO, di cui ho visto tutto, tranne l0inedito in Italia "Takeshis".

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

BELLISSIMO!!! In tutti i sensi...Complesso, affascinante, armonioso, e' uno dei migliori film del 2002. Kitano approfondisce il suo cinema, rinnovandone l'immaginario e prendendo le distanze dall'universo noir che caratterizzava molti suoi film precedenti. In una cornice figurativa di splendore e spessore pittorici, si dipanano e si sfiorano (secondo una costruzione raffinata ma mai...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

Recensione

superficie 213 di superficie 213
10 stelle

splendido!!!!mi commuovo solo a ripoensare al clamoroso finale,lla perfezione del tutto.inutile parlare troppo di un film che e' arte pura,visiva.,morale,etica,di scrittura...kitano e' un uomo che non sa quello che conta per il cinema.un genio incomparabile.capolavoro.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2002
2002
Uscito nelle sale italiane il 28 ottobre 2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito