Trama

Chicago, anni '30: Michael Sullivan, a tutti noto come "l'Angelo della morte", è uno spietato sicario della gang irlandese che fa capo al padrino John Rooney; ma è anche un marito premuroso, padre affettuoso di due bambini. Quando la moglie e il figlio più piccolo vengono uccisi, Sullivan - assetato di vendetta - non esita a coinvolgere l'altro figlio, fino ad allora ignaro della sua professione, trascinandolo con sé in un viaggio alla ricerca dell'assassino...

Note

Lussuoso e gelido, un film che parla di viscere, di morte, di legami di sangue, in un'America estrapolata dalle tavole a fumetti e filtrata dal cinema e dalla pittura hopperiana.

Commenti (26) vedi tutti

  • inguardabile jude law, cane come pochi, pessimo il finale. per fortuna la prima parte e' davvero notevole.

    commento di il drugo
  • Road To Perdition è stata la conferma della bravura registica di Sam Mendes: un gangster movie dal respiro classico sui rapporti tra padri e figli, che vanta un cast eccezionale (ultima interpretazione memorabile di Paul Newman) ed una fotografia da Oscar nelle scene di pioggia.

    leggi la recensione completa di port cros
  • Violento, commovente ed emozionante, a tratti addirittura straziante.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Gangster movie di serie B

    commento di sticazzi
  • Stile gradevole e buona la realizzazione. Crudo e spietato come il (co-)protagonista. Purtroppo il finale è troppo scontato e rovina un po' le attese.

    commento di bebabi34
  • Dopo un'ottima prima parte il calo di attenzione è evidente. La sensazione di già visto incominca a farsi largo e il prevedibile finale non aiuta.

    commento di negro
  • Opera modesta, senza nessun tipo di pathos, con fredde luci, pochi e scarsi dialoghi, morti a profusione, ritmo assente, attori di altalenante livello.

    commento di lukemartin
  • Sam mendes dopo gli oscar per American Beauty si crede un grande regista e allora con vezzi d'autore sforna questa ciofeca che come per chi ha spermatozoi poco mobili risulta uno sterile esercizio di stile.

    commento di glm
  • è un film che ha avuto poco successo nelle sale cinematografiche,non è scorrevole,e solo una noia a vederlo,perchè non c'è un gran che da vedere,è un film davvero sconosciuto!

    commento di picciotto
  • Palloso!

    commento di Stoca
  • C'è da dire che è un po' lento.. ma l'atmosfera che il regista crea è perfetta e gli attori bravi (vedi Jude Law ma soprattutto il figlio del boss "cattivo davvero" solo a guardarlo in faccia). Un bel film che intrattiene e non delude le attese

    commento di the_believer
  • Un buon film, godibilissimo, ma non eccelle. voto 7

    commento di GIANDANO
  • Molto bello e toccante.

    commento di black mamba 70
  • Ritratto gelido e spietato. Bello ma senza emozioni.

    commento di scream
  • Vite perdute si inerpicano lungo un percorso privo di redenzione, come pedine su di una scacchiera avvolta da una cappa gelida ed opprimente. L’unico vincitore è colui che non ha accettato la partita. Splendide le musiche, magnifici gli attori.

    commento di ArKade
  • Un film che solo in america si poteva fare, tom Hanks non riesce far bene il cattivo il film stenta dulla sceneggiatura ma brilla nella personalità degli attori! Una buona regia rende questo film accettabile per una serata diversa!

    commento di faromagico
  • il film, come i rencensori di film tv hanno scritto è gelido..proprio come i gangster rappresentati..scontato?si ma non fino in fondo(non mi aspettavo la morte del personaggio interpretato da hanks onestamente)..bello comunque

    commento di sephiroth
  • Sarà anche scontato ma è pur sempre un gran bel film.Diretto con sapienza e recitato benissimo,forse un po' sopravvalutato,"Era mio padre" a me è piaciuto molto.Bravissimo Hanks che nn sfigura a confronto di un grande qual'è Paul Newman.

    commento di gene55
  • 4,5 film brutto ,scontato,una noiaa indescrivibile ,patetico,a tratti persino ridicolo credo che possa bastare!!!

    commento di pol
  • Il solito polpettone americano… che noia incredibile…e soprattutto quanto è scontato, visto che nel titolo il padre "era"… e perciò alla fine chiaramente non può che morire!

    commento di RageAgainstBerlusca
  • Che noia che barba, che barba che noia. Per fan del Padrino & Co.

    commento di movieman
  • Scomponendo il film nei vari lavori che lo compongono,cioe'cast,sceneggiatura,reggia,fotografia ecc..e' di ottima qualita', ma tutte queste cose messe assieme,non riescono ad entusiasmare neanche la meta' di quello che ci si apetta.

    commento di rinchio
  • Grandi atmosfere d'ambiente e grande ambientazione per un film di grandi attori, già in odore di Oscar, diretto dal regista pluriOscar di AMERICAN BEAUTY.

    commento di adalberto
  • La pellicola viene salvata dalla buona performance del cast(J.Law su tutti)ma a livello emotivo manca qualcosa,Sam Mendes ha girato un film senza rischiare più di tanto.In corsa per gli oscar ma sul genere ci sono pellicole più interessanti.

    commento di zelda
  • Perfetto film di genere, classico e maestoso, con interpretazioni magistrali, anche nei ruoli di secondo piano.

    commento di alexxxia
  • Un film che solo in america si poteva fare, tom Hanks non riesce far bene il cattivo il film stenta dulla sceneggiatura ma brilla nella personalità degli attori! Una buona regia rende questo film accettabile per una serata diversa!

    commento di orsotenerone
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
7 stelle

Sam Mendes realizza con "Road to perdition" un gangster movie che fin dal titolo evoca l'atmosfera di una tragedia e, anche se non ripete l'exploit della sua acclamata opera prima "American beauty", si tratta comunque di un film che conferma un talento originale. Diversi critici hanno sostenuto che il film manca di presa emotiva ed è troppo raggelato, ma questo rilievo mi sembra solo in... leggi tutto

48 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

bradipo68 di bradipo68
6 stelle

E'innegabile pensare che l'acclamazione ubiquitaria della sua opera prima,quell' American Beauty che sbancò alla cerimonia di consegna degli Oscar e al botteghino,al'epoca mise molta pressione sul giovane Sam Mendes.Del resto molto spesso l'opera seconda di un regista è più importante della prima per il proseguio della carriera.Era mio padre rilegge un genere complicato da... leggi tutto

18 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

okrim37 di okrim37
2 stelle

Dopo avere raccontato (e criticato) con American Beauty la contemporanea società statunitense, adesso Sam Mendes si tuffa nei ruggenti anni '30 per raccontare quanto sia difficile essere un buon padre, specie quando si lavora per un boss della malavita e ci si ritrova con metà famiglia fatta fuori e in fuga con un figlio preadolescente che tende a scoprire il mondo un tantino in fretta.... leggi tutto

11 recensioni negative

Trasmesso il 15 ottobre 2017 su La7
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti
Trasmesso il 7 agosto 2017 su LA7D
Trasmesso il 6 agosto 2017 su La7
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

port cros di port cros
8 stelle

Dopo il trionfo di American Beauty, Sam Mendes cambia coraggiosamente genere e realizza un gangster movie nell'America del proibizionismo, tratto dalla graphic novel Road To Perdition di Max Allan Collins. Più che le attività criminali, a Mendes interessa mettere a fuoco il rapporto tra padri e figli ed il passaggio di testimone tra i primi ed i secondi, che, in un ambiente...

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

Sam Mendes realizza con "Road to perdition" un gangster movie che fin dal titolo evoca l'atmosfera di una tragedia e, anche se non ripete l'exploit della sua acclamata opera prima "American beauty", si tratta comunque di un film che conferma un talento originale. Diversi critici hanno sostenuto che il film manca di presa emotiva ed è troppo raggelato, ma questo rilievo mi sembra solo in...

leggi tutto

ciao babbo!

Mike.Wazowski di Mike.Wazowski

Te ne sei andato così in un battito di ciglio dal quale indietro non possiamo tornare!   dedicato a tutti i babbi che non ci sono più accanto a noi, ma che forse ci guarderanno ovunque loro si...

leggi tutto
Disponibile dal 7 aprile 2016 in Dvd a 9,99€
Acquista
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014

Recensione

GARIBALDI1975 di GARIBALDI1975
8 stelle

  Dopo il bagno di applausi e consensi, di pubblico e di critica con "AMERICAN BEAUTY", il regista Sam Mendes dirige il suo secondo lungometraggio cambiando totalmente il registro! "Era mio padre" è un film dalla trama semplicissima, racconta di un padre costretto a cercare vendetta per l'omicidio di sua moglie e del suo figliuolo più piccolo. Nel compiere la sua...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013
Il meglio del 2012
2012

Pietre e fiori

Lehava di Lehava

Il sole si è alzato anche quest'oggi. Ho camminato per il mondo, come sempre. Scenderà la notte, fra poco. E arriverà ancora domani, le stagioni si alterneranno, gli anni correranno via. Ne sono passati 15 e...

leggi tutto

Recensione

mmciak di mmciak
8 stelle

"Road to Perdition-Era mio padre" diretto nel 2002 da Sam Mendes,devo dire che  mi è piaciuto. La storia si svolge nella America degli anni '30 e racconta di Michael Sullivan,a tutti noto come "l'Angelo della morte", che è uno spietato sicario della gang irlandese che fa capo al padrino John Rooney; l'uomo che gli ha dato tutto. Ma contempo è anche un marito premuroso, padre affettuoso...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

bradipo68 di bradipo68
6 stelle

E'innegabile pensare che l'acclamazione ubiquitaria della sua opera prima,quell' American Beauty che sbancò alla cerimonia di consegna degli Oscar e al botteghino,al'epoca mise molta pressione sul giovane Sam Mendes.Del resto molto spesso l'opera seconda di un regista è più importante della prima per il proseguio della carriera.Era mio padre rilegge un genere complicato da...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Simon Hackman di Simon Hackman
8 stelle

Un film gangster particolare più che altro per via di una trama abbastanza originale che tratta sopprattutto sul tema della vendetta! Ho trovato un pò ingiusti molti giudizzi negativi su questo film sopprattutto per quanto riguarda la regia del regista Sam Mendes il quale era stato precedentemente molto acclamato da tanti per il film American Beauty ma io...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2009
2009

Onore ai Vecchi

dedo di dedo

L'anno stà per finire ed ho ritenuto doveroso, data la mia età, rivolgere un omaggio ad attori che per età o per interpretazione hanno dato lustro ai "vecchi" ed al cinema. I limiti di lista mi...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007

E' UN'ARTE FAR FUORI QUALCUNO?...

LAMPUR di LAMPUR

Passeggiare nervosamente per strade tutte uguali, vicoli pulsanti nel silenzio in concorrenza col tuo cuore. Nemmeno un'anima e di improvviso una chiesa. Sei entrato. A quest'ora e' semideserta, navate minacciose,...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005

finalmente l'annuario! 2002 (parte3)

alek di alek

i più bei film di quest'anno, divisi in due playlist perchè solo sette titoli non sarebero bastati! sono restati fuori dalla lista Alì, Black Hawk Down, Blade II, Bloody Sunday, Danza di sangue, Dark Blue World,...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

Recensione

scandoniano di scandoniano
8 stelle

Forse il giudizio critico “Un Padrino più cupo e più vero” risulta un tantino esagerata (eufemismo), fatto sta che comunque “Era mio padre” rimane un ottimo film. Il regista Sam Mendes si conferma ottimo narratore, incapace forse di introdurre nel proprio dna artistico il concetto di “lieto fine”, ma pur sempre un fine narratore. Qui, così come per “American beauty”, la...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2003
2003

Recensione

superficie 213 di superficie 213
8 stelle

IL TANTO AMATO AMERICAN BEAUTY A ME ERA PARSO UN FILMETTO CARINO E BASTA ED IL SUO AUTORE MENDES NON MI AVEVA PARTICOLARMENTE COLPITO,INVECE QUESTO FILM HA UN SUO VERO PERCHE'.UNA FOTOGRAFIA ECCEZIONALE,DEGLI ATTORI ECCELSI,UNA REGIA CALIBARATA E SENZA TROPPI VIRTUOSISMI (CHE ABBONDAVANO IN A.B.)ED UN STORIA CATTIVA E DISCRETAMENTE SCRITTA.CERTO CHI HA GRIDATO AL CAPOLAVORO NON HA VISTO...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002
Uscito nelle sale italiane il 9 dicembre 2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito