Trama

Jacques Lantier lavora nella ferrovie ed è affetto da una malattia ereditaria, l'acolismo che influisce negativamente sulla sua psiche. Di questa vulnerabilità ne fa uso Séverine che cerca di convincerlo a eliminare il marito. Ma l'acolista volge la sua violenza proprio verso di lei.

Note

Tratto dall'omonimo romanzo di Zola, che fornì la base anche per "La bestia umana" di Fritz Lang, è un solido dramma in cui Renoir sviluppa il tema della morte dell'amore come fine della politica come possibilità di cambiamento. Negli annali la iniziale sequenza in soggettiva che riprende dalla testa della locomotiva il tratto Parigi-Le Havre.

Commenti (4) vedi tutti

  • Un uomo giace tra le erbacce, gli occhi spalancati guardano il cielo senza più rancore; forse sono azzurri. In lontananza il mostro d'acciaio docile alle mani esperte sbuffa un po'contrariato.

    commento di michel
  • Voto 6,5. [05.11.2010]

    commento di PP
  • Voto 8 1/2 Eterno

    commento di luca826
  • 7.5

    commento di nico80
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Stefano L di Stefano L
9 stelle

Dopo il suo capolavoro "La grande illusione", Jean Renoir firma questo dramma espressionista ambientato tra Parigi e Le Havre sul tragico triangolo amoroso fra una coppia di coniugi composta da un funzionario della stazione di Havre, la giovane e affascinante consorte Séverine (la deliziosa Simone Simon), ed il macchinista Jacques Lantier; definita da un romanticismo che evoca... leggi tutto

8 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Tratto dalla Bestia umana di Emile Zola (sceneggiato da Renoir stesso), L'angelo del male è un racconto nero e disperato sulla follia e sull'opportunismo. Se lo scrittore adattava le sue opere alla morale positivista (tutto tende al progresso materiale e scientifico, in sbrigativa sostanza), il regista pare piuttosto interessato ad una trasposizione del romanzo dal punto di vista dei... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Stefano L di Stefano L
9 stelle

Dopo il suo capolavoro "La grande illusione", Jean Renoir firma questo dramma espressionista ambientato tra Parigi e Le Havre sul tragico triangolo amoroso fra una coppia di coniugi composta da un funzionario della stazione di Havre, la giovane e affascinante consorte Séverine (la deliziosa Simone Simon), ed il macchinista Jacques Lantier; definita da un romanticismo che evoca...

leggi tutto
Disponibile dal 10 aprile 2013 in Dvd a 12,99€
Acquista
Il meglio del 2012
2012

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Non scorre sempre bene a causa di qualche momento morto ma è comunque un prodotto pregevole e consigliato (soprattutto ai cinefili). Gli interpreti sono ottimi, sguardo da divo del noir di Gabin cui fa da contraltare il visetto delizioso dall'espressione vispa e pericolosa della bella Simon; almeno tre inquadrature valgono da sole mezzo film. Voto: 7,5/8.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

ANTICIPAZIONI SULLA TRAMA - E' un film complesso che, nonostante i molti personaggi e la trama articolata, si concentra soprattutto sull'analisi del protagonista e del suo terribile male. Anzi, mi pare che il film rifletta anche sulla responsabilità morale del soggetto nei confronti del male commesso, responsabilità che dipende più dalla coscienza e libera scelta dello...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Io, Jean Gabin

Il libro inedito, pubblicato quest'anno, di Goliarda Sapienza mi ha aperto un nuovo orizzonte: prima per me Jean Gabin era solo un attore di film o molto vecchi o molto vecchio lui. Ma la Sapienza con la sua nota...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2009
2009

Treni

Redazione di Redazione

Da quando hanno iniziato a fischiare le loro "blue notes" nelle praterie americane, i treni si sono impressi nell'immaginario di Hollywood e del mondo intero. Difficile che il loro binari non corressero paralleli a...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008

Recensione

joseba di joseba
10 stelle

Jacques Lantier (figlio di Auguste Lantier e Gervaise, della famiglia dei Rougon-Macquart) è uno scrupoloso macchinista ferroviario sulla tratta Parigi-Le Havre. Un giorno, a causa del surriscaldamento di un cilindro della locomotiva, è costretto a trascorrere il turno di riposo a Le Havre e ne approfitta per andare a Bréauté a trovare la madrina malata. Qui incontra anche la bella...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Rotaie

joseba di joseba

Simboli di fatale ineluttabilità, ideali percorsi di rigenerazione morale o semplici vettori di tensione drammatica, i binari attraversano l'intera storia del cinema, dal pionieristico “L'assalto al treno”...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006

MEMORIA DEL MALE

Letizia di Letizia

Io appartengo alla razza più estrema dei vagabondi dello spirito: alla razza "maledetta" dell'inammissibile e degli insofferenti. Non amo nulla di ciò che è conosciuto, e anche gli amici sono quelli ignoti. Mi...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

capolavoro di Renoir, che adatta il naturalismo zoliano alle atmosfere del noir (genere che "esplose" negli Usa degli anni 40, ma che fu anticipato il decennio precedente in Francia). Magistrale la regia, parecchie le sequenze d'antologia, ottimo il contributo degli attori (specialmente la cattivissima e degenerata Severine!!!). Un film fatalista, con risvolti di critica sociale (durissimo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito