Trama

Hsiao-kang vende orologi per le strade di Taipei. Qualche giorno dopo la morte di suo padre conosce la giovane Shiang-chyi, in procinto di partire per Parigi; Hsiao-kang, ossessionato dalla madre che aspetta il ritorno dello spirito del marito, vive nel ricordo della ragazza e di conseguenza regola tutti i suoi orologi sull'ora della capitale francese. Nel frattempo, in Europa, Shiang-chyi sembra vivere fatti misteriosamente collegati a Hsiao-kang...

Note

Il film è un omaggio trasversale a "I quattrocento colpi" ha detto l'autore (che infatti fa acquistare una cassetta del film di Truffaut al protagonista, che se la guarda di notte, e poi, a Parigi, fa incontrare la ragazza a Jean-Pierre Léaud) ed è una descrizione appuntita e partecipe di una giovinezza tutt'altro che sbandata, ma certamente afflitta. Laconico come sempre, Tsai Ming-liang incrocia le solitudini dei suoi personaggi senza farle mai comunicare, tratteggiando esistenze minimali ( e molto credibili) più attraverso i particolari di comportamenti surreali che non attraverso momenti forti. L'evento traumatico è già avvenuto, quello che resta sono i palliativi assurdi che colmano il vuoto. Costruito su un tempo lineare e impeccabile, sulla successione piana di momenti solo all'apparenza sempre uguali, dove gli acuti di solitaria sofferenza sgorgano come un flusso naturale, "Che ora è laggiù?" è illuminato da uno humour istintivo e dall'affettuosa comprensione per un mondo che pare fatto di entità separate, ma dove Parigi e Taipei sono molto più vicine di quanto sembrano.

Commenti (4) vedi tutti

  • Dramma ermetico e a volte impenetrabile, il film di Ming-liang esprime, con una prassi minimalista, labilità e riverberazione di una dimensione spazio-temporale apparentemente impercettibile. L'estro poetico è evidente, benché occorra pazienza nella visione, a causa dell'andamento letargico.

    commento di Stefano L
  • Voto 6. [28.08.2011]

    commento di PP
  • il film ha un suo fascino ma per alcuni secondi..i personaggi sono simpaticissimi…tutto questo non riesce a compensare la noia che ti assale durante la visione.

    commento di columbiatristar
  • Non so dare un opinione critica su questo film , perchè mi viene veramente difficile. Posso solo dire che è un bellissimo film e che Tsai Ming -liang è uno dei più bravi cineasti d'Oriente.

    commento di mise en scene 88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Hsiao-kang (Lee kang-sheng) è un ragazzo che vende orologi per le strade di Taipei. Un giorno si ferma alla sua bancarella ambulante Shiang-chyi (Chen Shiang-chyi), che intende comprare un orologio che segni anche il fuso orario europeo perchè è in procinto di partire per un viaggio a Parigi. Il ragazzo gli vende l'orologio che porta al polso, quello donatogli dal padre... leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

A Taiwan, un giovane ambulante a cui è appena morto il padre vende un orologio a una ragazza in partenza per Parigi. Ossessionato dal pensiero di lei, regola di nascosto tutti gli orologi sul fuso orario di Parigi: la madre ne attribuisce la responsabilità allo spirito del marito, modifica di conseguenza i ritmi della vita di casa e aggiunge un posto a tavola per il morto. Lo... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni
Il meglio del 2014
2014
Disponibile dal 2 aprile 2014 in Dvd a 9,19€
Acquista
Il meglio del 2011
2011

ORA ILLEGALE.

panflo di panflo

Chissà a quanti di voi sarà capitato, nella vita,  di scordarsi di spostare le lancette e passare la mattinata della domenica con l'ora "vecchia" ; io avevo una zia che metteva la sveglia alle due di notte  per...

leggi tutto

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Hsiao-kang (Lee kang-sheng) è un ragazzo che vende orologi per le strade di Taipei. Un giorno si ferma alla sua bancarella ambulante Shiang-chyi (Chen Shiang-chyi), che intende comprare un orologio che segni anche il fuso orario europeo perchè è in procinto di partire per un viaggio a Parigi. Il ragazzo gli vende l'orologio che porta al polso, quello donatogli dal padre...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Nomad

Francisg di Francisg

...da Nomad, bellissimo film del 1982 di  Patrick Tam Kar Ming,  cuore della new wave di Hong Kong...film con Leslie Cheung Kwok-Wing (12 September 1956 – 1 April 2003), Gor-Gor ...elder brother. E...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

A Taiwan, un giovane ambulante a cui è appena morto il padre vende un orologio a una ragazza in partenza per Parigi. Ossessionato dal pensiero di lei, regola di nascosto tutti gli orologi sul fuso orario di Parigi: la madre ne attribuisce la responsabilità allo spirito del marito, modifica di conseguenza i ritmi della vita di casa e aggiunge un posto a tavola per il morto. Lo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Pesci

Redazione di Redazione

Una taglist forse non facile, che magari non produrrà i consueti grandi numeri, di certo però semplice nella definizione. Vogliamo tutti i film in cui appare un pesce, o dei pesci. Fresco, vivo, morto, surgelato, a...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2003
2003

Recensione

ed wood di ed wood
6 stelle

spiace dare voti bassi al cinema con gli occhi a mandorla. Personalmente amo Kitano e Kurosawa, apprezzo Wong Kar-Wai, ma Tsai Ming-Liang francamente mi convince fino ad un certo punto. Certo, non si puo' far a meno di sottolineare il rigore formale, che rimanda a Ozu per la macchina da presa sempre immobile e l'attenzione rivolta alla composizione delle immagini (con le differenze dovute al...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2002
2002

Sogni...

Perenni echi di silenzio identificano pellicole che riescono a comunicare dietro l'intenso sorriso, l'intensa lacrima di un bambino...un bimbo spogliato di tutto, ma non della sua tenera età... Occhi che cercano...

leggi tutto
Playlist

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Che ora È a Parigi? Lo chiede una notte al servizio informazioni internazionali un giovanotto di Taipei che vive nella casa allestita a lutto dalla madre dopo la morte del padre. Lui vende orologi vicino alla stazione e il giorno prima ha venduto l’orologio lasciatogli dal padre a una ragazza sconosciuta che sta partendo per Parigi. Comincia così, con il contrasto tra l’animazione...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Uscito nelle sale italiane il 10 giugno 2002
Il meglio del 2001
2001
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito