Trama

Sud degli Stati Uniti: come già suo padre Buck, anche Hank Grotowski lavora nel braccio della morte della prigione locale. La guardia carceraria ha imparato a essere freddo a differenza del figlio Sonny, che ha seguito le sue orme. Entrambi sono stati incaricati dell'esecuzione di Lawrence Musgrove, un carcerato che ama fare ritratti: ma quando Hank conosce Leticia e Tyrell, moglie e figlio del condannato, le sue idee cambiano...

Note

Sorprendente film di un cineasta svizzero che, con sguardo volutamente "alieno", si immerge in una realtà chiusa - quella di un piccolo centro del Sud americano - per rielaborare stereotipi e luoghi comuni. La discriminazione, la grettezza, l'etica dei "rednecks"; ma anche il senso di una malvagità inconsapevole, tramandata di padre in figlio, di fronte alla quale vacilla lo stesso concetto di "colpa". Tutto questo per non svelare gli intrecci di una trama complicata (in un paio di momenti pure troppo) e per sottolineare il tema (springsteeniano) della pellicola: ogni uomo, anche Johnny 99, ha diritto a una seconda possibilità. Chiamatela Dio, Halle Berry o Manitù, ma state certi che il bianco e il nero non esistono se ci si concentra sulle sfumature. È quello che fa Forster, classe 1970, con uno stile di regia che si tiene lontano dai vezzi del cinema americano indipendente e naturalmente dal mainstream hollywoodiano. Il suo è un film soprattutto intenso, giocato su una grande intuizione: raccontare la storia di un uomo che non c'era e ora, improvvisamente, c'è.

Commenti (10) vedi tutti

  • Film ben realizzato a livello tecnico, eccellente cast guidato dal solito grande Billy Bob Thornton, ma un risultato finale appena passabile.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • notevole. bravissimi i due protagonisti.

    commento di serac19
  • Un film non molto realistico viste le inclinazioni razzistiche del protagonista e comunque la sceneggiatura non e' male come non lo e' neppure la regia: molto brava la Berry premiata per la sua interpretazione, non male Thornton.

    commento di steveun
  • film sulla disciminazione sociale intenso e dissacratorio.

    commento di IVANSELVA
  • Pretenzioso e mal riuscito. Lento, troppo lento.

    commento di manuele
  • Veramente un film intenso e, a suo modo, scioccante che merita senza dubbio di essere visto.

    commento di movieman
  • Che emozine continua… bello, dolce, romantico ed intelligente…

    commento di RageAgainstBerlusca
  • un film niente male che viene elevato grazie alla strepitosa performance dei due attori protagonisti.non che la storia sia brutta,anzi,ma senza thornton e la berry forse non ci si farebbe coinvolgere cosi'.

    commento di superficie 213
  • Troppo costruito intorno a una serie infinita di sciagure per essere veramente coinvogente.Il percorso di maturazione dei personaggi è più enunciato che reso cinematograficamente.Nemmeno Sirk metteva tante sciagure in un solo film.

    commento di cama1455
  • La forza di dimostrare come l'occasione di incontro tra universi lontani ed apparentemente inavvicinabili possa produrre effetti assolutamente straordinari, generando nuove occasioni di rinascita e di redenzione delle esistenze.

    commento di greenberry hill
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

Esordio alla regia per Marc Forster con una storia drammatica che offre un alto coinvolgimento emotivo. La famiglia Grotowski da generazioni lavora nel braccio della morte di una prigione, sono legati da un’anima sudista assolutamente razzista, mentre i rapporti interni tra i componenti sono molto difficili sotto tutti i punti di vista, tanto che le disgrazie sono quasi una punizione... leggi tutto

24 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

barabbovich di barabbovich
6 stelle

Scritto da Will Rokos e Milo Addica e diretto dall'esordiente svizzero Marc Forster, Monster's ball (il titolo si riferisce al ballo del "mostro" sulla sedia elettrica, dovuto alle contrazioni) è un film sulla redenzione di un uomo razzista "per discendenza" (il personaggio del padre, interpretato da Peter Boyle, è disgustoso). Echi di cinema indipendente, venature minimaliste e... leggi tutto

9 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

sasso67 di sasso67
4 stelle

Il film è stato reso celebre soprattutto da due fattori: la scena di sesso esplicito tra Halle Berry e Billy Bob Thornton e il fatto che l'attrice afroamericana, per questo film, s'è beccata l'Oscar© come migliore attrice protagonista. Di ragioni, secondo me, non ve ne sono altre. Il film è realizzato da un buon professionista con dei bravi attori (da non trascurare la prova di Peter... leggi tutto

7 recensioni negative

Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 2 aprile 2017 su Rai Movie

Recensione

alexio350 di alexio350
7 stelle

Hank (Billy Bob Thornton) è un poliziotto manesco che disprezza i neri e assiste i condannati a morte fino alla sedia elettrica. La sua vita cambierà con la morte del figlio - suicida davanti ai suoi occhi - e l'incontro con Leticia (Maria Halle Berry) nera di pelle e in lutto come lui per la perdita di un figlio.   Monster's Ball è un film ben costruito dove a...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

logos di logos
8 stelle

Una famiglia che di generazione in generazione segue imperterrita la professione integerrima di agente di custodia nel braccio della morte. E così abbiamo il padre, oramai in pensione e in uno stato di salute legato a una bombola d’ossigeno e in condizioni semi autonome, e il figlio, Hank, che a sua volta prosegue con grande fedeltà il mestiere del padre, nonché il...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2012
2012

Padri e figli (maschi)

Redazione di Redazione

Relazione primaria, assoluta: parlare del rapporto, nel cinema come ovunque, tra il padre e il figlio maschio (o i figli se più di uno) significa aprire un elenco sterminato. Abbiamo atteso a lungo prima di...

leggi tutto
Playlist

Recensione

Tex Murphy di Tex Murphy
6 stelle

Premessa: non guardatelo se siete anche solo vagamente depressi (come lo ero io ovviamente) perchè ti ammazza. Film crudissimo, violentissimo, più psicologicamente che fisicamente (ma ce né per tutti). Sostanzialmente la storia di come un'ideologia razzista possa sfociare in violenza assoluta verso il genere umano, anche nei confronti dei familiari più stretti. Purtroppo il film,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2010
2010

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

Esordio alla regia per Marc Forster con una storia drammatica che offre un alto coinvolgimento emotivo. La famiglia Grotowski da generazioni lavora nel braccio della morte di una prigione, sono legati da un’anima sudista assolutamente razzista, mentre i rapporti interni tra i componenti sono molto difficili sotto tutti i punti di vista, tanto che le disgrazie sono quasi una punizione...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009
Disponibile dal 19 gennaio 2009 in Dvd a 4,99€
Acquista
Il meglio del 2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Il film è stato reso celebre soprattutto da due fattori: la scena di sesso esplicito tra Halle Berry e Billy Bob Thornton e il fatto che l'attrice afroamericana, per questo film, s'è beccata l'Oscar© come migliore attrice protagonista. Di ragioni, secondo me, non ve ne sono altre. Il film è realizzato da un buon professionista con dei bravi attori (da non trascurare la prova di Peter...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007

Recensione

lucaskiesling di lucaskiesling
8 stelle

ogni film sull'america o è metropolitano, o calato nella provincia più gretta e squallida. lo sanno bene cineasti come lynch e altman, e, in misura diversa, craven, romero e carpenter. sotto certi aspetti, anche waters e meyer. se nei primi tutto è superbamente metaforico, ora in misura alla visionarietà barocca ora gestita dal sarcasmo più anarchico, e nei secondi è lo sfondo prediletto...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2006
2006

Ci ha lasciato anche Peter Boyle

BobtheHeat di BobtheHeat

Anche Peter Boyle ci ha lasciato ieri, all'eta' di 71 anni. Ha interpretato piccoli ruoli in decine e decine di film, ma tutti finiranno per ricordalo soprattutto nell'esilarante ruolo del mostro in "Frankenstein...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

Recensione

kikki di kikki
8 stelle

E'un film sulle prigioni.Quella statale, quella personale costruita lunga tutta la vita. Soprattutto quest'ultima è il tema che sottosta all'intero film.Inquadrature ravvicinate ma tagliate in modo da escludere l'elemento umano di ogni volto, lo sguardo o l'espressione o la mimica, rendendo così gli uomini semplici oggetti (facilmente ditruttibili come si vede dalla routine standardizzata di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004

poteri

zombi di zombi

sarà perchè tutto ciò che viene visto in un cinema può essere ridotto a sembrare una favola, un romanzo, una finzione che però ti culla con l'illusione che tutto possa risolversi al meglio o alla meno peggio,...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
Uscito nelle sale italiane il 1 aprile 2002
Orso d'argento per la miglior attrice a Halle Berry al Festival di Berlino 2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito