Espandi menu

Shrek

Regia di Andrew Adamson, Vicky Jenson vedi scheda film

Recensioni

L'autore

LoSqualoSiciliano

LoSqualoSiciliano

Iscritto dal 20 marzo 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 47
  • Post 43
  • Recensioni 301
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Shrek

di LoSqualoSiciliano
9 stelle

Un orco di nome Shrek si ritrova invaso dai personaggi delle favole nella sua esclusiva palude, per liberarsene e ritrovare la beata solitudine si incamminerà con il chiaccherone Ciuchino alla ricerca della principessa Fiona, rinchiusa in un castello con un drago come guardia, principessa che dovrà consegnare al basso Lord Farquaard, ma qualcosa in questo viaggio cambierà il vecchio e scorbutico Shrek.

 

 

 

Primo capitolo della fortunata serie animata dell'orco più famoso del cinema accompagnato dal suo fedele destriero Ciuchino e la sua amata Fiona, prodotto dalla Dreamworks Animation Shrek vanta di essere il primo film ad aver vinto l'ambito premio per il miglior film d'animazione ai premi Oscar categoria appunto inserita nel 2002.

I due registi, Andrew Adamson e Vicky Jenson hanno portato sul grande schermo una fiaba animata come mai prima d'ora, del tutto fuori dall'ordinario ad esempio i classici Disney Cenerentola e Biancaneve di cui il film prende anche spunto in certi tratti della trama come il soggetto della principessa, ma anche dal punto di vista di come viene posta al pubblico, ovvero come una esilarante parodia di tutte le fiabe messe insieme, con quasi tutti i personaggi che hanno fatto la storia e di cui abbiamo vari esempi come pinocchio che viene venduto per qualche spicciolo da Geppetto al regno di Lord Farquaad ed il lupo di cappuccetto rosso vestito da nonna sino ai sette nani con la passione per il rock.

scena

Shrek (2001): scena

scena

Shrek (2001): scena

Ma abbiamo anche lati simili alle migliori fiabe, come la storia di amicizia tra due esseri tanto diversi quanto simili, diversi nel modo in cui sono fatti ma uguali visto lo stato di solitudine e rigetto in cui vivono, una cosa che alla fine li unirà sempre di più durante il corso dell'avventura, mentre abbiamo anche il sentimentalismo o l'amore, con il personaggio della principessa Fiona che potremmo accumunare sempre con gli aggettivi di diversità corporale ma uguali moralmente e il mondo in cui vivono.

Shrek ai tempi fu davvero una ventata d'aria fresca nel mondo dell'animazione che mai si sarebbe aspettato un modo simile di interpretare una fiaba o favola d'amore e d'amicizia, piena di contro sensi e humor, cosa che alla fine fece prevalere questo titolo come una delle saghe di maggior successo di sempre dell'animazione insieme all'Era Glaciale della 20 Century Fox e Toy Story della Disney Pixar, film capace inoltre di prevalere sul più quotato Monsters & Co della Pixar agli Oscar del 2002.

scena

Shrek (2001): scena

scena

Shrek (2001): scena

I personaggi sono la colonna portante della pellicola della Dreamworks dove nessuno sembra fuori posto e tutti danno il loro contributo nel risultato finale dell'opera dei due registi, su tutti credo che sia anche ovvio il migliore di tutta la saga è il mulo parlante Ciuchino doppiato da Eddy Murphy, personaggio fuori dall'ordinario, estroverso e chiaccherone che è entrato di diritto nell'albo dei migliori personaggi mai realizzati in un film d'animazione, almeno a mio modesto parere.

In conclusione un film che secondo me deve essere visto almeno una volta, adatto sia al pubblico più piccolo sia a quello più adulto, una magica fiaba d'amore, d'amicizia e di risate, che Shrek sia bello lo si può dire, il film intendo.

 

 

Voto 8.5

 

 

Arrivederci ed alla prossima review !!!!!

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati