Trama

Alcuni immigrati sono stati reclutati da una ditta di pulizie e puliscono, silenziosi e quasi invisibili, gli uffici di un palazzone californiano. Da Cuernavaca, con altri clandestini, arriva Maya, sorella minore di Rosa una degli operai sottopagati, non tutelati, sfruttati, spaventati e ricattati dal caporale che supervisiona il lavoro. Poi per fortuna un sindacalista smuove le acque.

Note

Ken Loach va verso Sud e insiste, con una coerenza pervicace, a praticare un cinema militante, a sinistra, estraneo alle mode e al trasformismo. Prende a pretesto uno slogan che ha quasi cento anni e che pretende il pane e le rose per una vita migliore.

Commenti (6) vedi tutti

  • Loach si conferma maestro del cinema sociale, capace di raccontare come pochi le lotte degli ultimi per ottenere i diritti sociali, con semplicità, senso della misura, ironia, realismo. Voto 7/10.

    commento di alexio350
  • Ma...perché tutti amano "introdursi", clandestinamente o meno, negli USA e nessuno si è mai neanche lontanamente sognato di trasferirsi a Cuba o in altro "paradiso dei lavoratori"?.....sul serio nessuno di voi ci ha mai pensato?

    commento di argentommy
  • Il film è da prendere più come un documentario che ci mostri come è in realtà il sogno americano per tutti coloro ai quali l'america non permette di sognare… perfetto dal punto di vista della militanza, un po' meno per gli aspetti tecnici!

    commento di RageAgainstBerlusca
  • Rendiamoci conto che ciò che si vede in questo film è Vita Reale. Ciò che ci aspetta ogni giorno fuori dalla porta. Altro che Reality Show o Amici, capiate che quelle sono montature! (8)

    commento di KAMAN
  • Amaro, disilluso, profondo, vero, insomma un tipico film di Ken Loach, più amaro e incazzato che mai. Bellissimo il titolo.

    commento di ultrapaz
  • Loach riesce sempre a graffiare e a lasciare l'amaro in bocca. Un grande

    commento di florentia viola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
8 stelle

BREAD AND ROSES è un titolo bellissimo che  Ken Loach ha scelto sulla base di uno slogan del 1912, che andava a  significare  il necessario e il superfluo cui avrebbero diritto tutti i lavoratori. Quest’opera, che ho visto a 12 anni dalla sua uscita nel 2000, e a breve tempo da quella dell’ultimissima del 2013” La parte egli Angeli”,altro bel titolo prestato dal mondo degli... leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

barabbovich di barabbovich
6 stelle

I lavoratori dell'impresa di pulizie di un palazzone di Los Angeles sono invisibili al punto qualcuno rischia di inciamparci. Sono così invisibili che non godono neppure di quel minimo di diritti ai quali aspira qualunque lavoratore: assistenza sanitaria, ferie, diritto di associazione. A scuoterli arriva un impavido sindacalista (Brody), che riesce a scalfire la coltre di omertà... leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Trasmesso il 10 novembre 2017 su Tv 2000
Il meglio del 2016
2016

Recensione

Ghenesios di Ghenesios
7 stelle

A voler essere freddi e oggettivi, eccede un po’ stavolta il buon Ken Loach. Eppure non riesce mai a stuccare o a drammatizzare troppo, anzi in questo film spezza sovente con tocchi da commedia sempre opportuni e inseriti coi tempi giusti. Ma probabilmente qui entriamo nella sfera soggettiva del mio cervello. Ad ogni modo, Bread and Roses è un film carico di umanità, che ci...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2015
2015

Nudi alla meta

End User di End User

In "Full Monty" sono costretti a spogliarsi. In "Tootsie" a cambiare sesso. In "Risorse umane" i figli che hanno studiato si ritrovano a dover licenziare i padri che si sono svenati per farli studiare. In "Tutta la...

leggi tutto

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

I lavoratori dell'impresa di pulizie di un palazzone di Los Angeles sono invisibili al punto qualcuno rischia di inciamparci. Sono così invisibili che non godono neppure di quel minimo di diritti ai quali aspira qualunque lavoratore: assistenza sanitaria, ferie, diritto di associazione. A scuoterli arriva un impavido sindacalista (Brody), che riesce a scalfire la coltre di omertà...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Decks di Decks
8 stelle

Nel 1912 il titolo di questo lungometraggio di Ken Loach non appariva sui grandi schermi, ma su dei manifesti. Parole scritte da operai tessili stanchi di dover dedicare la loro vita esclusivamente sul lavoro. Pane e rose, il minimo vitale e la bellezza, entrambi necessari per il benessere umano.   Non abbiamo, però, di fronte un film storico: Loach attraversa per la prima volta...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2013
2013

zombificazione di hollywood

kubritch di kubritch

"Brigitte Bardot era una ragazzina squisita quando girammo 'Elena di Troia', nel 1955, in Italia. Più tardi sarebbe diventata famosissima e ho l'impressione che si sia un po' guastata. Ma non solo lei: la mia...

leggi tutto
Playlist

Recensione

bufera di bufera
8 stelle

BREAD AND ROSES è un titolo bellissimo che  Ken Loach ha scelto sulla base di uno slogan del 1912, che andava a  significare  il necessario e il superfluo cui avrebbero diritto tutti i lavoratori. Quest’opera, che ho visto a 12 anni dalla sua uscita nel 2000, e a breve tempo da quella dell’ultimissima del 2013” La parte egli Angeli”,altro bel titolo prestato dal mondo degli...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012
Il meglio del 2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Un invito alla ribellione e all'azione concreta, in nome dei propri diritti: Bread and roses è un film di e 'alla' Ken Loach, che per l'occasione si sposta nel sudovest degli Usa, ma mantiene un'ineccepibile coerenza stilistica e contenutistica. A oltre trent'anni dall'esordio cinematografico (Poor cow, 1967), il regista inglese non ha perso nulla della originaria voglia di lasciare con i...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2009
2009
Disponibile dal 28 aprile 2009 in Dvd a 7,99€
Acquista
Il meglio del 2007
2007

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Da bravo inglese di sinistra Loach affetta letteralmente il Sogno Americano a furia di scioperi,picchetti,immigrazione clandestina,lavoro sottopagato,vessazioni di ogni tipo in nome della presunta liberta' e concorrenza.E'un film fortemente militante che al vigoroso impegno programmatico affianca un linguaggio registico vivace,senza troppi fronzoli e molto diretto.Il film vive di facce,di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005

Si prega la gentile clientela

di

di lasciare il CENTRO COMMERCIALE "Earth" prima che chiudano le uscite di sicurezza. Ma che cazzo, stanno tappando ogni buco, adesso per bombarsi una tizia dovremo chiedere il bollo alla centrale API. Ma cazzo, ma...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

DRAMMI DIMENTICATI PARTE SECONDA

di

Nella mia precedente playlist avevo elencato alcune drammatiche realtà che volenti o nolenti non possiamo continuare ad ignorare per sempre. Non posso ora fare a meno però di aggiungere una seconda parte, senza...

leggi tutto
Playlist

Recensione

Alfred De Sant di Alfred De Sant
8 stelle

Il primo film americano di Ken Loach è tutt'altro che tiepido nei confronti del sogno americano, e mette in luce il lavoro nero, i soprusi sul posto di lavoro, la mancanza di un'assistenza sanitaria per lavoratori già malpagati, le difficoltà di avere una rappresentanza sindacale, e tutto ciò nella città più ricca d'America, Los Angeles. Un cult movie per il nuovo millennio.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito