Cronache di poveri amanti

Trama

Nel 1925, in pieno clima fascista, si intrecciano in un quartiere popolare di Firenze le vicende del tipografo Mario e della sua fidanzata, Bianca, con quelle degli altri abitanti. Nell'animato contesto, fra drammi personali, storie d'amore e piccole vicende quotidiane, la violenza politica nera scoppia brutalmente provocando la morte di Maciste, uno dei principali antifascisti del quartiere..

Note

Terzo lungometraggio di Lizzani, in anni di neorealismo militante: una ricostruzione storica vivida e appassionata, dal romanzo di Vasco Pratolini. Il film, autoprodotto, ebbe problemi con la censura democristiana nonostante il gran premio della giuria a Cannes.

Commenti (1) vedi tutti

  • A dispetto del titolo che può far pensare ad una commedia amara sull'amore, il film offre un affresco corale drammatico e convincente su un periodo buio della storia italiana, sotto il fascismo tra il 1925 e il 1927.

    commento di scream
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

jonas di jonas
7 stelle

La vita a via del Corno, microcosmo popolare nel centro di Firenze, fra gli ultimi rigurgiti dello squadrismo e l’affermazione del regime. Da ragazzo ho adorato il romanzo di Pratolini, quindi è quasi inevitabile che il film non mi sembri della stessa altezza; però bisogna riconoscere che, pur semplificando molto (cosa inevitabile, con un libro di 500 pagine), ne sa... leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni
Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Non è una commedia, non è un film sentimentale, anche se i giovani amori del film occupano un ruolo rilevante nella trama. Ma ciò che più conta nella narrazione di Lizzani è l'aspetto umano della vicenda, lo sconvolgimento brutale dei rapporti sociali dovuto alla rapida e violenta ascesa del fascismo in Italia. Un bel ritratto di un momento difficilissimo per il Paese, seppure visto da... leggi tutto

1 recensioni negative

Il meglio del 2014
2014

Recensione

jonas di jonas
7 stelle

La vita a via del Corno, microcosmo popolare nel centro di Firenze, fra gli ultimi rigurgiti dello squadrismo e l’affermazione del regime. Da ragazzo ho adorato il romanzo di Pratolini, quindi è quasi inevitabile che il film non mi sembri della stessa altezza; però bisogna riconoscere che, pur semplificando molto (cosa inevitabile, con un libro di 500 pagine), ne sa...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

almodovariana di almodovariana
10 stelle

La storia di un vicolo popolare fiorentino (Via del Corno) come metafora delle guerre intestine tra fascisti e antifascisti nel Ventennio. Trasposizione dell'omonimo romanzo di Vasco Pratolini con un ottimo cast (Mastroianni, Lualdi).

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

ZioMaro di ZioMaro
8 stelle

Era il 1954 e il ricordo ancora vivo del Ventennio spinge Carlo Lizzani a girare un adattamento di “Cronache di poveri amanti” di Vasco Pratolini, romanzo antifascista che come ogni altro della sua specie ha avuto per ovvie ragioni una genesi piuttosto lunga, che ripercorre tutte le tappe della parabola del potere: concepito già a meta degli anni '30 ma pubblicato solo con la fine della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Lizzani porta sullo schermo il romanzo di Pratolini, trovando la giusta "mescola" tra sottofondo politico (siamo nel 1925, dopo il delitto Matteotti e alla vigilia dell'affermazione del Fascismo come regime) e rapporti personali tra gli abitanti di una via popolare di Firenze. La storia intreccia le vicende sentimentali di Mario (Tinti), Bianca (Vanicek), Milena (Lualdi), Ugo (Mastroianni),...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2003
2003

Il mio Lizzani

emmepi8 di emmepi8

un regista, che ha sbagliato diverse volte, alle volte incomprensibilmente, oggi diciamo che è inguardabile, per certe su cose televisive e nn solo..ma questi rimangono, meno male

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1954
1954
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito