Trama

Siamo nel 1623, in nord Europa. Marthe, accusata di stregoneria e braccata dalla folla, si rifugia nella canonica del villaggio presso Anna, giovane moglie del pastore, sposata in seconde nozze. Marthe viene comunque catturata, torturata e arsa viva dopo il processo presieduto da Absalon, marito di Anna. In canonica arriva ora Martin, figlio di primo letto di Absalon, coetaneo di Anna. Tra i due giovani nasce l'amore. Quando Absalon, all'improvviso, muore, sua madre Merethe accusa Anna di stregoneria...

Note

Capolavoro di Dreyer, basato sulla critica al pregiudizio e la libertà (soprattutto del pensiero) in contrasto con le regole sociali. Ma il film è un raffinato prodigio di ambiguità, che evita ogni schematismo, e uno straordinario exploit figurativo, in cui i bianchi e i neri e le scenografie incastrano i personaggi

Commenti (7) vedi tutti

  • Capolavoro di Carl Theodor Dreyer, parabola intensissima e drammatica sulla superstizione e sull'intolleranza umana. Un dramma da camera di una bellezza sconvolgente che affronta i temi del dolore e dell'ambiguità umana.

    leggi la recensione completa di orsodelceresio
  • In questo che fu un giorno bellissimo Marta di Herlof evitò il fuoco eterno e venne felicemente bruciata. Lotta fra la fatalità e la stregoneria. La voglia di annientarsi di fronte all'impossibilità di essere felici, ci fa credere di essere dei mostri. Tutti siamo peccatori e dobbiamo morire. La felicità stessa è peccato.

    commento di Brady
  • Tipico film di Dreyer, nonostante il regista provi a spostare l’attenzione su tematiche sociali e contemporanee (il film è girato durante la seconda guerra mondiale, in una Danimarca invasa), rimangono evidenti i primi piani dell’epoca del muto e lo stile minimalista soprattutto nelle scenografie.

    leggi la recensione completa di scandoniano
  • 9/10: toccante, intimista, una storia di raro impatto emotivo sulla vita, sulla morte, sul peccato e sull'amore. Letterario, inquietante, irreversibile come il destino. Delicato, disturbante.

    commento di Florian Klose
  • un grande film in cui attraverso la parabola di anne si trova un riferimento a tutte le caccie alle streghe nei vari momenti storici Dreyer mostro sacro del cinema utilizza la macchina da presa in maniera funzionale al racconto

    commento di howard76
  • 9,5

    commento di incallito
  • CAPOLAVORO. Una critica geniale e realizzata con uno stile eccezionale. Dreyer crea un'atmosfera cupa e ambigua, quasi horror, con uno splendido bianco e nero. La sequenza del rogo di Martha Elmond è da antologia.

    commento di valien88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
10 stelle

Danimarca,1623. Marthe Herlofs (Anna Svierkier) è braccata dalla folla perché accusata di stregoneria. Viene presa e condotta davanti al tribunale che dovrà giudicarla. Durante il processo presieduto dal reverndo Absalon Pedersson (Thorkild Roose), l’anziana donna ricorda al suo accusatore che anni prima aveva risparmiato dalla stessa accusa la madre di Anne (Lisbeth... leggi tutto

23 recensioni positive

Recensioni
Disponibile dal 14 dicembre 2017 in Dvd a 14,30€
Acquista
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

orsodelceresio di orsodelceresio
10 stelle

Tratto dal dramma del norvegese Hans Wiers-Jensen, il film è ambientato nel 1623 e affronta il tema della superstizione e dell'intolleranza. Un'anziana signora, Marta di Herloff (Anna Svierkier) è braccata dalla folla che l'accusa di stregoneria. Terrorizzata, si rifugia presso l'abitazione del pastore protestante Absalon (Thorkild Roose): qui trova la giovane moglie di questi,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

scandoniano di scandoniano
7 stelle

Dreyer imbastisce con l’usuale rigore iconografico e scenico un dramma intriso di profondo spiritualismo dietro cui si cela la problematica esistenziale di una famiglia atipica: nella Danimarca del 1600, in piena caccia alle streghe, Absalon, pastore protestante, è sposato con Anne, molto più giovane di lui, figlia di una donna accusata di stregoneria ma assolta proprio dal...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Michele Pezza da Itri di Michele Pezza da Itri
10 stelle

Riporto a livello generale il mio commento critico nei confronti di Axeroth. La valutazione artistica del film è fuori discussione ed anch’io gli do le cinque stellette meritatissime. Quel che contesto ad Axeroth è di fare un minestrone clerico-culturale coinvolgendo impropriamente la Chiesa cattolica nel momento che presenta l’episodio come emblematico per chi osi «mettere in...

leggi tutto

Il fascino della strega

steno79 di steno79

Fin dall'epoca del muto, il cinema si è spesso confrontato con la figura ammaliante e allo stesso tempo repellente della strega, donna dotata di poteri occulti e capace di esercitare sortilegi. La strega è apparsa...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
10 stelle

Danimarca,1623. Marthe Herlofs (Anna Svierkier) è braccata dalla folla perché accusata di stregoneria. Viene presa e condotta davanti al tribunale che dovrà giudicarla. Durante il processo presieduto dal reverndo Absalon Pedersson (Thorkild Roose), l’anziana donna ricorda al suo accusatore che anni prima aveva risparmiato dalla stessa accusa la madre di Anne (Lisbeth...

leggi tutto
Recensione
Utile per 26 utenti
Il meglio del 2010
2010

inquisizione

panflo di panflo

dopo la pedofilia la maggiore colpa che si porta dietro la chiesa cattolica. Pochi registi hanno affrontato l'argomento , mi pare. Mi vengo alla mente solo questi, ma la mia memoria è labile !

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
8 stelle

E' un lugubre ritratto dell'umanità, quello di Dies irae, che si prende il disturbo di dire così tanto - con così poco, in sostanza - sulla meschinità intrinseca nell'uomo e di insinuare perfino di più, proprio come si insinua il dubbio dell'accusa di stregoneria nel diciassettesimo secolo ove l'azione si svolge. Ma, attenzione, la stregoneria è...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

La giustizia umana è un'imponente costruzione della storia, che si frappone drammaticamente tra Dio e l'uomo, gettando un'ombra sinistra sulla Terra, ed impedendo di guardare serenamente al Cielo. La caccia alle streghe è un grottesco sottoprodotto del tentativo di coartare la legge divina nei tortuosi vicoli della mente umana: ciò che si sottrae alle logiche comuni non ha...

leggi tutto

Tradimenti

Redazione di Redazione

Materia oscura per eccellenza, deviazione dall'altro. Il tradimento è maschera, è vigliaccheria, è doppiezza. E spesso, quanto più è atroce, tanto più è spettacolare. Proviamo allora a metterli in fila tutti...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10  Girato durante l'occupazione tedesca della Danimarca, è un cupo dramma sull'intolleranza e la superstizione, visivamente ispirato alle ricerche dei pittori fiamminghi fra cui Rembrandt. Al di là dei grandissimi meriti di ordine figurativo e formale, ben sottolineati da Andrè Bazin in una sua recensione elogiativa, il film resta un inno alla libertà umana e un grido d'orrore...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007

Recensione

teaestefano di teaestefano
8 stelle

Forse nessun altro film come questo suscita interpretazioni tanto diverse. Tra tutte le opinioni non ce ne sono due che si assomiglino, ancor meno a questa mia. Unico comune denominatore: il film è un capolavoro, e su questo sono assolutamente d'accordo. Come in molti film di Dreyer, sembra non succeda niente, invece l'azione si costruisce solida, tesa, e variegata. I problemi e le...

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005

C'era una volta Dreyer

spopola di spopola

Riordinando la biblioteca, ho riscoperto la sceneggiatura, a suo tempo pubblicata da Einaudi, di un capolavoro che ci è stato negato: "Gesù", suggestiva stesura di un film mai nato.. ed ho avvertito il dovere di...

leggi tutto
Playlist

Recensione

sasso67 di sasso67
10 stelle

Ambientato nella Danimarca del 1600, il "Dies Irae" del "maestro" Dreyer è un film sul (senso del) peccato, sulla colpa, sulla necessità dell'espiazione (accentuata dal fatto che nel 1943 la Danimarca era sotto occupazione nazista), su una società oscurantista senza amore e senza pietà. Tutto ciò provoca uno sconvolgimento della mente nei personaggi del film: Absalon si sente colpevole...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003

Recensione

ed wood di ed wood
10 stelle

uno dei vertici dell'Arte cinematografica. Il capolavoro sonoro di uno dei maestri indiscussi della macchina da presa. Un'opera in due movimenti, il primo dei quali (il processo alla strega) fa da motore propulsore allo sviluppo del secondo (l'esame di coscienza del giudice e il rapporto con la sua famiglia). Complesso ed ambiguo, eppure di grande purezza ed essenzialita' tematica ed...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002

i magnifici 7

alek di alek

I film ci fanno piangere, ridere, riflettere, a volte lasciano purtroppo indifferenti. Ognuno ha amato ed amerà molte pellicole, belle per qualcuno e meno belle magari per qualcun'altro. Eppure la magia della sala...

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito