Trama

Il sassofonista Fred e sua moglie Renée ricevono un video che li riprende in casa, anche quando lei viene massacrata da lui. Fred non ricorda, ma finisce in carcere condannato a morte. E un giorno, al suo posto nella cella, le guardie trovano Pete, un meccanico. Che a sua volta incontra la bionda Alice, pupa di un boss.

Note

Forse quello di Lynch è cinema puro. La "scrittura del movimento" che più di tutte si avvicina al delirio. Senza una storia da raccontare, aprendo voragini sull'inconscio e il suo anarchico mondo. E cosa c'è, in questo mondo non decifrabile? L'uomo, con tutte le sue contraddizioni. Sempre più vicino a Francis Bacon.

Commenti (23) vedi tutti

  • Capolavoro insuperato degli anni ’90, “Strade perdute” è la conferma del talento visionario e cerebrale di Lynch, il quale costruisce un film sinistramente circolare che non smette di affascinare.

    leggi la recensione completa di Stanley42
  • Un viaggio nella mente delirante del protagonista, ottimo film.

    commento di Stelvio69
  • Visionario,enigmatico, cervellotico,ansiogeno,il cinema di Linch o viene amato o viene odiato non ci sono altre vie. Egli si esprime per gesti,azioni apparentemente scollegate tra loro ,incomprensiibili ai piu' e poi riesce a a riannodare la matassa come pochi altri. Sorpresa e choc sono le molle che deve smuovere.E lo fa benissimo.....Bravo !

    commento di penelope68
  • Un viaggio indimenticabile tra personalità multiple, trasfigurazioni e incubi come sogni che trasformano la realtà: l'inizio e il finale combaciano in un eterno ritorno dal quale non si può sfuggire, si può solo riavvolgere gli eventi come i nastri di videocassetta che Fred riceve da uno sconosciuto sotto casa.

    leggi la recensione completa di Dompi
  • Un film difficile da capire: trama intricata, storia da capogiro, mondi che si intrecciano,… il capolavoro di Lynch che ti lascia basito!

    commento di anthoG97
  • Voto 4,5. [06.01.2014]

    commento di PP
  • Perdersi senza speranza di ritrovarsi può non essere peggio che esserci senza rischio di perdersi.

    commento di michel
  • 8 Molto affascinante! Non sono il più grande fan di Lynch, eppure questo m'è piaciuto molto. Quindi, spazio e potere all'immaginazione. Thriller efficace con le "sue" solite e morbose allucinazioni. 

    commento di GanaJuza
  • Un viaggio delirante nella contorta mente umana. 

    commento di Blue Velvete
  • Coinvolgente ma ti fa aggrovigliare il cervello XD 

    commento di polpy
  • Prendete un uomo misterioso, una gran troia un po' nera e un po' bionda e un marito-amante in crisi di identità, poi mettete il tutto nelle mani di Davide la Lince e otterrete…una cagata pazzesca.

    commento di Tex Murphy
  • bello, ma troppo incasinato

    commento di danandre67
  • commento di Dalton
  • voto 8

    commento di alice89
  • Questo FILM richiede Entrambi gli emisferi celebrali funzionanti. Fatto da non tralasciare visto che preclude al 99,9% delle persone la possibilità di vederlo.STOP

    commento di brando
  • non c'è niente da capire, è un NOn sense

    commento di Jimmy Dean
  • Diciamocelo: è una boiata. Opera sopravvalutata per teenager frustrati. FORSE…

    commento di Jimmy Dean
  • Non capisco se questo di Lynch è un grande film o ci sta solamente prendendo in giro. La prima parte è anche affascinante e inquietante ma, secondo me, nel proseguo della storia il film si perde.

    commento di florentia viola
  • VOTO : 7+ Un film assurdo, torbido, geniale, cupo, erotico, noir, pauroso, spiazzante e chi più ne ha più ne metta. Questo è Lynch uno dei pochi in grado di far dei film totalmente fuori dagli schemi e a volte quasi incomprensibili.

    commento di supadany
  • Ci ho dovuto pensare molto, rivederlo, le sequenze, il piano narrativo denso di psicanalisi ma ecco è veramente…una cagata!

    commento di fatherson
  • OPERA D'ARTE SURREALISTA, GENIALE, ENNESIMO CAPOLAVORO DI LINCH…

    commento di CERAUNAVOLTA
  • Sicuramente il miglior film mai realizzato.

    commento di brando
  • Ipnotico delirio circolare.

    commento di catwoman
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

cheftony di cheftony
8 stelle

"Dick Laurent è morto." Il sassofonista jazz Fred Madison (Bill Pullman) sente questa frase al proprio citofono, restandone quasi indifferente. Un giorno la moglie Renée (Patricia Arquette) trova un pacco anonimo fuori dalla porta: contiene una videocassetta in cui è ripresa dall'esterno la loro abitazione e i due liquidano rapidamente il problema, tornando alla loro... leggi tutto

64 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ezio di ezio
5 stelle

Los Angeles,in una villa bella ma tetra vivono Fred (Pullman)e la moglie (Arquette)poi Fred viene accusato di un omicidio ,arrestato e condannato a morte,poi durante la notte Fred e' vittima di una strana mutazione e si trasforma nel giovane meccanico Pete.Ennesimo incubo di Lynch che consiglio a chi ama le emozioni forti,nel bene e nel male STRADE PERDUTE e' uno di quei film in grado di... leggi tutto

8 recensioni sufficienti

Recensioni

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
9 stelle

L’estrema visione della malvagia follia umana è rappresentata dalla filmografia di Lynch in modo concreto e anche fin troppo radicato. Una filmografia ridotta, essenziale, che si concentra sulla psicologia oscura, sull’inconscio che è fin troppo sviluppato e padrone del corpo e della mente che lo ospita fino al punto da prendere il sopravvento, trasbordando senza...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Appisolatevi, Sveglioni!

mck di mck

"Il primo ordine di problemi consisteva nel convincersi che le cose fatte da quelle tre persone precedenti non erano state fatte da ME. Io ero una persona nuova, la quarta in linea di successione. Io e le mie...

leggi tutto
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

Texano98 di Texano98
9 stelle

Per queste Strade perdute passa tutto il cinema di David Lynch. Troviamo l'orrore puro, quello mai visto da nessuna parte se non guardando dentro noi stessi; assistiamo a grotteschi scoppi di follia, provocazioni celate dietro la settima arte che sfogano qualcosa di nuovamente interiore, violenza latente. Contempliamo inquadrature pregne di significato, o almeno, quadri distorti che...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

Stanley42 di Stanley42
10 stelle

  "Dick Laurent è morto"   Questa la frase che Fred Madison sente pronunciare al citofono della sua abitazione, ad inizio film, da un misterioso individuo che alla fine della pellicola si rivelerà essere lui stesso, in un cortocircuito narrativo che inserisce Lost Highway di diritto tra i capisaldi della cinematografia a tema del doppio....

leggi tutto
Disponibile dal 7 giugno 2016 in Dvd a 20,25€
Acquista

David Lynch

DeathCross di DeathCross

Oggi ricorre il 70° Compleanno del Versatile David Lynch.   Autore Visionario e alquanto Discusso, per molti/e (me incluso) è un Artista Geniale, indagatore spietato della Mente...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Ferro 3 di Ferro 3
9 stelle

  Strade perdute è un lungo, stancante, sconfinato loop, arduo da percorrere, tanto che nella sua bizzarra linearità si fa fatica a seguirlo, ritrovandoci a ritornare sui nostri passi per tentare nuovamente di terminare invano il percorso. È un film completo, cosmico quello che Lynch realizza con maniacale cura nell’inquadratura, perfetta e che risente...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

GIANNISV66 di GIANNISV66
9 stelle

“Dick Laurent è morto” la frase apparentemente priva di significato ascoltata da uno sconvolto Fred, è il primo mattone di una costruzione a dir poco vertiginosa, il primo passo dentro un labirinto di situazioni che David Lynch costruisce quasi con il compiacimento di costringere lo spettatore a un intenso lavoro di collegamenti, ad una attenzione fuori dal comune...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

GIMON 82 di GIMON 82
8 stelle

Dissezionare l'ordinario nel cinema,il visionario Lynch si affida a questo dogma,trasportando (ci) nel limite di ogni percezione mentale. Le "Strade perdute" sono nient'altro che mondi paralleli,d'un quotidiano grigio e stanco nel quale sembra trascinarsi il sassofonista Fred.Un uomo che forse nel delirio d'un "autocontrollo" inconscio,perde se stesso per poi ritrovarsi. E' un binomio ad...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
10 stelle

L'incubo in cui ci trasporta David Lynch questa volta è quello di Fred, uomo paranoico, a cui il lavoro che fa non piace, che è ossessivamente geloso della moglie Renee e che conduce una vita che non lo soddisfa. Dopo aver raggiunto l'apice del suo fallimento morale (l'omicidio della moglie), Fred (Bill Pullman) si trasforma in Pete (Balthazar Getty) che è l'incarnazione di ciò che Fred...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Fughe dal Nulla

VeniceKrystel di VeniceKrystel

Quando inafferrabili trappole mentali operano oltre ogni possibilità di comprendere. Quando irreali livelli di rappresentazione dell’alienante realtà si sovrappongono alla complessità dell’ambiente esterno per...

leggi tutto

Recensione

cheftony di cheftony
8 stelle

"Dick Laurent è morto." Il sassofonista jazz Fred Madison (Bill Pullman) sente questa frase al proprio citofono, restandone quasi indifferente. Un giorno la moglie Renée (Patricia Arquette) trova un pacco anonimo fuori dalla porta: contiene una videocassetta in cui è ripresa dall'esterno la loro abitazione e i due liquidano rapidamente il problema, tornando alla loro...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

ligeti di ligeti
8 stelle

Ci sono almeno due modi di approcciarsi al cinema di David Lynch. Il primo è cercare di ricostruire le sue storie frantumate in mille pezzi, mettendo assieme i tasselli di puzzle affascinanti: la struttura narrativa di film come Strade perdute e Mulholland Drive è stata spesso associata al nastro di Möbius, nel quale esiste un solo lato e un solo bordo, in modo tale che...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Film tipicamente lynchiano, che anticipa la visione di "Mulholland Drive" e "Inland Empire" dilatando il senso dell'esperienza personale, ossia estendendolo a tutta la sfera della soggettività, dai travisamenti della memoria fino ai sogni ed alle fantasie, ivi compreso il desiderio di un modo diverso di vivere la propria individualità. Essere uno e due contemporaneamente: il tema dello...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

scene indelebili

old boy di old boy

Cosa rende una scena indimenticabile? La tecnica? gli attori? le musiche? l'atmosfera?... O forse le emozioni che questa provoca? In ogni film c'è sempre una o più immagini che non riesci o non vuoi toglierti dalla...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007

Gemme imperdibili!

Cagney di Cagney

Tra il classico e il rivoluzionario. Per un cinema multidirezionale, senza tempo, di qualità medio-alta e senza ridicoli confini limitativi. Da non perdere, per riflettere, analizzarli e discuterne. In verità, la...

leggi tutto
Playlist

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
8 stelle

Uno dei Lynch che mi è piaciuto maggiormente. Altro che il sopravvalutato "Velluto blu" o "Cuore selvaggio". Porsi troppi perchè, cercare il bandolo della matassa con Lynch è cosa impossibile. Può essere un suo limite o anche un suo pregio; dipende da come egli riesce a forgiare la materia cinema. Qui secondo me la forgia in una più che buona maniera. A Lynch piace giocare con lo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2006
2006

Recensione

mise en scene 88 di mise en scene 88
8 stelle

Per chi è abituato a vedere una tipologia di film detta "normale", Strade perdute di David Lynch può sembrare un qualcosa che annienta il cinema, anticinema allo stato puro. Effettivamente questo è vero. Ma quando si dice questo si intende la forma narrativa del racconto e non lo strumento. Perchè la forma narrativa? Perchè il fine di Lynch è capire l'uomo, entrare nel suo inconscio e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005

Il più grande

brando di brando

Fuoco cammina con me. C'è qualcosa di ossessivo e morboso nel rapporto tra Lynch e l'inferno. Qualcosa che lega tutti i suoi personaggi , sempre così esageratamente sopra le righe; ci sono l'angoscia ed il...

leggi tutto

Recensione

gabriargento di gabriargento
8 stelle

Il mondo di Lynch è un mondo tutto suo. Un mondo personale fatto di sogni e di incubi, di altre possibilità, di follia, di morbosità. "Strade perdute" è un bellissimo film, un film di grande complessità. Innanzitutto dico che personalmente è una delle pellicole più inquietanti che abbia mai visto, con punte di paura altissime e di grande tensione. Inizia infatti in modo angosciante, per...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003

Recensione

superficie 213 di superficie 213
10 stelle

una delle opere piu' belle e complesse che il cinema ci abbia mai regalato.non per niente il regista e' il grandioso lynch.storia nerissima (vicìna all'horror) senza alcuna ironia di fondo,ma anzi chiusa in una serie di scatole che solo dopo un po' di visioni mostrano il loro contenuto.lynch manovra i suoi personaggi come marionette e coinvolge lo spettatore in un viaggio...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

buio in sala

ivanello di ivanello

Che bel significato la parola CINEMA è essere astronauti senza essere arruolati dalla nasa, no?! Forse questi non sono neanche i miei preferiti

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002

Recensione

spaceship di spaceship
10 stelle

LA TRAMA SPIEGATA:Strade Perdute è stato frettolosamente bollato come un film incomprensibile. In realtà presenta una visione estremamente razionale e lineare:rappresenta,assieme a Mulholland Drive, INLAND EMPIRE e Eraserhead,il genio di questo autore e del suo cinema sperimentale. L' atmosfera suggestiva,la ricchissima simbologia -soprattutto psicanalitica-che si trova in questo...

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito