Trama

André fa il giornalista, ha una moglie silenziosa di nome Christine, una barca sui laghi Masuri e un weekend libero. Durante il viaggio la coppia prende su un autostoppista, uno studente che non sa neppure nuotare. André invita il ragazzo ad andare in barca con loro nonostante l'ostilità tra i due sia chiara. La crisi scoppia quando André getta in acqua un coltello a cui lo studente teneva. Nella lotta che segue il ragazzo cade in acqua. Non è la solita storia di un triangolo, è un quadrato: lui, lei, l'altro e la barca. Grande esordio di Roman Polanski con una barca claustrofobica quasi quanto l'appartamento al terzo piano. Una tragedia nera e beffarda, co-sceneggiata e montata da Jerzy Skolimowski.

Commenti (4) vedi tutti

  • Tre personaggi, tre tipi diversi, tre caratteri lontani, tre rapporti tra loro diversificati e altalenanti, in un atmosfera che sin dall’incipit si presenta carica di tensione crescente che preannuncia forti emozioni. È lì che si rivela la formidabile predisposizione di Polanski a giocare con le persone e le loro tensioni interne ed esteriori.

    leggi la recensione completa di michemar
  • TANTO ASSURDA QUANTO ALLUCINANTEMENTE AFFASCINANTE QUESTA STORIA!

    commento di giorginho
  • belle le scene ma per me non va oltre la sufficienza

    commento di danandre67
  • Risulta più intellegibile se si è addentro alla politica polacca di quegli anni e alla storia del paese, malgrado questo il film si fa apprezzare a piene mani per il sottile gioco di tensioni, sentimenti repressi ed impulsi inespressi che elabora.

    commento di movieman
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

maghella di maghella
8 stelle

Avrei voluto essere nell'anno 1962, per vedere il primo film di Roman Polanski senza aver mai visto nulla di suo prima, senza conoscerlo, senza sospettare cosa avrebbe fatto in futuro. Vedere “Il coltello nell'acqua” senza conoscere Polanski deve essere stato sconcertante, stupendo, esaltante. Purtroppo o per fortuna conosco molto bene i lavori di Polanski, che non mi piacciono tutti, ma... leggi tutto

14 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Lui, lei, l’altro e il coltello. Quella de Il coltello nell’acqua è la storia di un triangolo atipico, nel quale il perno attorno a cui si snoda il complesso dei rapporti fra i personaggi (marito-moglie-sconosciuto) non è tanto la pulsione erotica finalizzata al più classico dei tradimenti, quanto piuttosto l’istinto di sopraffazione che alimenta... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensione

michemar di michemar
8 stelle

Incredibile Polanski! A soli 29 anni, dopo diversi corti, il suo esordio da regista di lungometraggi è un lampo nel panorama mondiale del cinema che conta. Sin da questo film mostra il “suo” cinema, la sua passione per racconti spiazzanti e imprevedibili, già allora con pochissimi personaggi racchiusi in piccoli spazi possibilmente chiusi, caratteristica che si...

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

I magnifici di FrankSilva

FrankSilva di FrankSilva

Bellissima l'idea di inserire una lista di " magnifici" , lasciatemi anticipare solo due cose prima..Primo appunto:la mia lista non sarà una classifica,  i film non saranno in ordine diciamo così...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2016
2016

Buona la prima!

BreakingNico22 di BreakingNico22

Dieci grandi esordi cinematografici di alcuni fra i più importanti registi della storia recente della settima arte. Chi ben comincia, è a metà dell'opera

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2015
2015

I magnifici di laulilla

laulilla di laulilla

Questi sono i film che amo; non sempre sono i più belli (anche se brutti non sono) ma sono quelli per me più importanti; qualcuno di essi è legato a momenti lieti o dolorosi della...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

maghella di maghella
8 stelle

Avrei voluto essere nell'anno 1962, per vedere il primo film di Roman Polanski senza aver mai visto nulla di suo prima, senza conoscerlo, senza sospettare cosa avrebbe fatto in futuro. Vedere “Il coltello nell'acqua” senza conoscere Polanski deve essere stato sconcertante, stupendo, esaltante. Purtroppo o per fortuna conosco molto bene i lavori di Polanski, che non mi piacciono tutti, ma...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

80 volte grazie, Roman

GM di GM

Nacque il 18 agosto del 1933, in Francia, a Parigi. La sua era una famiglia di origine ebraica. E sappiamo benissimo tutti che quegli anni erano fortemente a tinte antisemite in tutta Europa (o quasi tutta). Sua...

leggi tutto
Disponibile dal 9 luglio 2013 in Dvd a 12,99€
Acquista

Recensione

atomzombie di atomzombie
8 stelle

3 attori (di cui 2 senza nessuna esperienza) un coltello, una macchina, una barca e un lago. Tutto qui, nessun altro personaggio e nessuna comparsa. Roman apre la sua filmografia con questa commedia in B/N, che a tratti sembra quasi un thriller surreale, nel quale sono già presenti le classiche atmosfere Polanskiane. Si gioca sulla diversità dei tre caratteri e sull'instabilità della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

Eccellente esordio di R.Polanski che dalle prime inquadrature gioca su di un piano narrativo astratto e indefinibile. Al regista basta mettere una donna alla guida di un'auto per disarmare lo spettatore di fronte alla struttura filmica, storica e ambientale che crede di trovare. Polonia 1962, una donna, suo marito (forse un funzionario di partito) a fianco, e un giovane autostoppista a cui...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

I giochi degli adulti spesso sono stupidi e pericolosi: infatti sospendono la verità tenendola in bilico su un filo teso al di sopra dell'abisso della tragedia. Ogni impresa, in questo film, è una piccola o grande sfida contro la morte, dall'autostop praticato in mezzo alla carreggiata, all'arrampicata sull'albero maestro della barca, al trastullo col coltello. Il cinema di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

"Come mai un coltellaccio simile?". "Un coltello in tasca può servire, specialmente nei boschi, sull'acqua non serve averne uno. A me piace avere un coltello in tasca, mi sento più sicuro. A saperlo usare bene è una gran cosa: non so come dire, uno può affrontare la vita, ecco...". [Jolanta Umecka e il giovane autostoppista] Andrzej (Leon Niemczyk), giornalista...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Fiumi

Redazione di Redazione

Chi ci abita vicino li conosce, ci parla. E sa che sono vivi non solo perché sono in continuo movimento alla ricerca del mare. Per questo alle volte il fiume non è scenario: in certi film la sua natura è forte e...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

buon appetito

vite di vite

in un mondo che si masturba davanti ad internet,va a letto con la tv e parcheggia al cinema giusto perchè ha vinto i biglietti regalati da filmtv dire belle parole.. è tempo di guardarvi stì film e...scopate di+.

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

Recensione

Aquilant di Aquilant
8 stelle

Mentre scorrono i titoli di testa due sagome in primo piano dai visi indefiniti si stagliano sinistramente all'interno di un’automobile che attraversa un mesto viale alberato, accompagnate dal nervoso fraseggio del sassofonista Krzysztof Komeda. Poi la musica s’interrompe di colpo squarciando il velo del buio. Emergono alla luce i volti di Jolanta Umecka e Leon Niemczyk, due sconosciuti...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

GENIALE POLANSKI-2

Letizia di Letizia

"oggi tutti i miei film precedenti mi appaiono quasi prove generali per arrivare a quel traguardo interiore che è stato 'Il pianista'"

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

interessante esordio di Polanski che inscena un gioco al massacro con quella ferocia e quel sadismo che contraddistingueranno i suoi (pochi, ahime') capolavori. Film ambiguo, rarefatto, che lascia lo spettatore in un continuo stato di attesa e che osserva da vicino i 3 personaggi analizzarsi a vicenda, cercando di non tradire le loro reali intenzioni. Film di silenzi, di sguardi, di movimenti,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito