Trama

Nel tristissimo Belgio di oggi, un ragazzo gestisce un traffico di extracomunitari con un padre senza scrupoli pronto a picchiarlo se sorprende il figlio in atteggiamento di solidarietà verso di loro. Alla visita di alcuni emissari dell'ufficio emigrazioni, un africano precipita da un impalcatura nel tentativo di fuggire ai controlli. In punto di morte, l'uomo chiede al giovane di occuparsi della moglie e della figlia ancora in fasce. Per farlo, dovrà mandare al diavolo l'imbruttito genitore ed iniziare un calvario per nascondere alla donna la vera fine del disgraziato marito. L'asciutta opera prima dei fratelli Dardenne riprende il loro percorso sviluppandolo verso al fiction. I due sanno esattamente cosa farci vedere e cosa tagliare: l'osservazione è, al contempo, antropologica e melodrammatica. Lo stile fermissimo consente agli attori di apparire come presi dalla strada. Intenso e bruciante di rabbia.

Commenti (2) vedi tutti

  • La condizioni disumane in cui vivono gli immigrati e i dilemmi morali di un ragazzo al centro di questa lucida e amara rappresentazione dei fratelli Dardenne. Voto 7/10.

    commento di alexio350
  • Un film su personaggi squallidi e sfortunati molto realistico,.voto 6,5

    commento di wang yu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Roger (Olivier Gourmet) è un uomo senza scrupoli che vive attraverso il traffico illegale d'immigrati e lo sfruttamento del lavoro nero. Si fa aiutare dal figlio Igor (Jèrèmie Renier) che però, dopo la morte in cantiere di un tunisino (Assita Ouèdraogo), inizia gradualmente ad allontanarsi dal padre. E' un film sull'ordinaria banalità del male in un... leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

diego di diego
6 stelle

Al contrario dei due successivi film dei Dardenne La promesse ha una sceneggiatura più "ragionata" e "costruita", ha un inizio, uno svolgersi, una fine. Questo forse me l'ha fatto apprezzare meno degli altri due oltre che un risultato troppo documentaristico, forzato in alcuni aspetti e poco credibile in alcuni momenti. L'idea, il messaggio, il concetto o come lo si vuol chiamare, comunque... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Il meglio del 2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

"La promesse" è il primo film dei Dardenne che sia riuscito a circolare a livello internazionale, ma non è, come talvolta viene erroneamente indicato, il loro primo film (prima di questo i due fratelli del Belgio avevano realizzato due lungometraggi di finzione: "Falsch" con Bruno Cremer e "Je pense a vous" con Robin Renucci, entrambi film passati inosservati e su cui si possono...

leggi tutto

Nudi alla meta

End User di End User

In "Full Monty" sono costretti a spogliarsi. In "Tootsie" a cambiare sesso. In "Risorse umane" i figli che hanno studiato si ritrovano a dover licenziare i padri che si sono svenati per farli studiare. In "Tutta la...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

La promessa del titolo è quella che il figlio di uno sfruttatore di manodopera clandestina fa a un operaio, che sta per morire dopo essere caduto da un ponteggio per sfuggire agli ispettori del lavoro: prendersi cura di sua moglie e di suo figlio, appena arrivati dal Burkina Faso. Per tenere fede a questa promessa, probabilmente fatta senza valutarne le implicazioni, il ragazzotto...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

maurizio73 di maurizio73
8 stelle

Piccolo imprenditore edile di Liegi mette sù un redditizio traffico di sfruttamneto dell'immigrazione clandestina dando lavoro e alloggio a disperati senza permesso di soggiorno di diversa nazionalità e grazie all'aiuto del figlio appena adolescente, apprendista meccanico e tuttofare. Quando un lavoratore di origini africane, per sfuggire ad un controllo, cade dall'impalcatura su cui stava...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Roger (Olivier Gourmet) è un uomo senza scrupoli che vive attraverso il traffico illegale d'immigrati e lo sfruttamento del lavoro nero. Si fa aiutare dal figlio Igor (Jèrèmie Renier) che però, dopo la morte in cantiere di un tunisino (Assita Ouèdraogo), inizia gradualmente ad allontanarsi dal padre. E' un film sull'ordinaria banalità del male in un...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Facciamo il punto della situazione. Jérémie Rénier. Il Jean-Pierre Léaud dei fratelli Dardenne è il figlio della Promesse (si può dire che qui è il figlio del padre del Figlio), il padre dell'Enfant e ancora il padre del Ragazzo con la bicicletta. Olivier Gourmet. Il padre della Promesse è anche il padre del Figlio, il datore di lavoro di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009

Migranti

Redazione di Redazione

Ricerca della felicità individuale, fughe da realtà invivibili, esodi di massa in presenza di circostanze drammatiche. L'uomo si mette in movimento, spesso con dolore a volte con gioia e speranza, e lascia la sua...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

E'impressionante vedere come lo stile dei Dardenne a circa 10 anni di distanza dal loro debutto non sia affatto mutato anzi ha creato parecchi proseliti,sia rimasto indenne ai canti delle sirene della commercializzazione,conservi ancora quella carica di denuncia raccontando piccole storie ma al contempo parlando di grandi tematiche sempre con sguardo lucido e distaccato da cieche ideologie.Qui...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006

Recensione

juliett di juliett
8 stelle

già dal mattino si vede i buongiorno:l'opera prima dei fratelli dardenne già presagiva la palma d'oro vinta quest'anno a cannes.questo film,come tutti i successivi dei registi, è un mini trattato socio-psicologico che scava nei meantri della società del progresso,che raschia il fondo di una modernità in polvere di cui tutti noi siamo sporchi. immigrazione ed illegalità, provincie...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005

Recensione

giampy.78 di giampy.78
8 stelle

Prima di vedere "L'enfant" ultimo film dei fratelli Dardenne, ho cercato La promesse, primo film arrivato in Italia, ma non loro opera prima. Il protagonista è Jeremie Renier, lo stesso che con più rabbia tornerà a salire sulla mobylette, dieci anni dopo. Lo spunto iniziale è il dramma dell'immigrazione clandestina e del lavoro nero, ma già in questo film ci sono gli elementi che...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

Recensione

sicilia di sicilia
8 stelle

E' quasi un documentario l'opera prima dei fratelli Dardenne, che hanno le idee già belle impresse nella loro mente. Il loro film è quasi da dogma: macchina fissa in spalla, il personaggio che viene seguito attentamente, cogliendone le sfumature del viso, il carattere. Un'opera che brucia di rabbia, per una realtà sempre più spesso ingiusta, che è difficile mutare. I Dardenne qui hanno la...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito