Trama

Dario è uno svogliato psicologo di una Usl alle prese con la grigia routine dei pazienti dell'ambulatorio, degli amici del bar, della fidanzata Nora e dei genitori. Proprio mentre si sta annoiando al bar, viene avvicinato da Mario, un compagno di scuola che ha sposato Anna, il suo primo amore. L'amico gli racconta come tradisce la moglie con Ester, un'adolescente molto disponibile. Nel bel mezzo del racconto, Mario muore, colpito da infarto. È da questo momento che per Dario cominciano i guai.Tratto da un romanzo di Giovanni Pascutto, un film surreale, elemento insolito nel panorama italiano anni Ottanta, il film riesce ad evitare qualsiasi bozzettismo sentimentalismo.

Commenti (2) vedi tutti

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

Uno degli esiti più felici nella filmografia di Giuseppe Bertolucci, una galleria dolente e surreale di figurine stralunate alle prese con la vacuità dell'esistenza, immerse nella struttura corale dell'affresco ed in un coinvolgente gioco di incastri-incroci-incontri tra le miserie dei vari personaggi, capeggiati dallo psicologo Dario (Diego Abatantuono), novello... leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

michel di michel
6 stelle

Un po' Moretti, un po' Antonioni, un po' Altman ma con qualcosa di personale da dire sulle nostre nevrosi. Forse il male che ci attanaglia e che ci sta conducendo verso un nulla affettivo, nasce dalla nostra paura di sbagliare, di metterci in gioco. Il film, che  alterna momenti gustosi ad altri più fiacchi, ha forse il torto di chiudersi in un inutile ermetismo. leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Dario è uno psicologo in ospedale, annoiato dalla routine. A interromperla arriva un ex compagno di scuola, incontrato per caso in un bar, che muore davanti ai suoi occhi d'infarto. Dario cerca di raccapezzarsi fra la moglie del morto (il suo primo amore di gioventù), la di lui giovane amante e, naturalmente, la sua - di Dario - fidanzata.   Strana la vita ha quel che di... leggi tutto

2 recensioni negative

Recensione

galaverna di galaverna
7 stelle

Un film caleidoscopico,quasi da atmosfere Avatiane, sempre al limite tra commedia e farsa, con un bel cast (che peccato, al proposito, vedere il pessimo uso che il cinema italiano ha saputo fare, non in questo film per fortuna, di un buon talento, non solo erotico, come quello della Guerritore). Un Abbatantuono finalmente calmo (e diversamente poteva essere nelle parti di un pacato psicologo)...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 30 marzo 2017 su Iris

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
4 stelle

Abatantuono fa lo psicologo ed un giorno, mentre parla con un amico, questo gli muore tra le braccia mentre gli confessa una relazione extraconiugale. Abatantuono allora è confuso e ripensa al suo rapporto con le donne... E' difficile appassionarsi ed interessarsi ad un film così pesante e verboso, che dice quel che deve dire senza leggerezza e senza far breccia...

leggi tutto
Recensione
Il meglio del 2016
2016

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Incardinato tra le ansie del proprio lavoro, indolenza congenita e dubbi esistenziali, Dario (Diego Abatantuono), psicologo di un Centro di Igiene Mentale di Roma, si ritrova suo malgrado attorniato da quattro donne. Nora (Lina Sastri) è quella con cui ha una relazione da diversi anni. Anna (Monica Guerritore) è la ragazza che l'amico Mario (Massimo Venturiello), che gli è...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2015
2015

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Dario è uno psicologo in ospedale, annoiato dalla routine. A interromperla arriva un ex compagno di scuola, incontrato per caso in un bar, che muore davanti ai suoi occhi d'infarto. Dario cerca di raccapezzarsi fra la moglie del morto (il suo primo amore di gioventù), la di lui giovane amante e, naturalmente, la sua - di Dario - fidanzata.   Strana la vita ha quel che di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

michel di michel
6 stelle

Un po' Moretti, un po' Antonioni, un po' Altman ma con qualcosa di personale da dire sulle nostre nevrosi. Forse il male che ci attanaglia e che ci sta conducendo verso un nulla affettivo, nasce dalla nostra paura di sbagliare, di metterci in gioco. Il film, che  alterna momenti gustosi ad altri più fiacchi, ha forse il torto di chiudersi in un inutile ermetismo.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2012
2012

Bertolucci ti vogliamo bene

hallorann di hallorann

E’ con grande dispiacere che ho appreso la notizia della scomparsa di Giuseppe Bertolucci, regista di cinema e teatro, scrittore e documentarista, fratello di Bernardo e figlio del poeta Attilio. Tralasciamo...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Malattia

Redazione di Redazione

Per Gautama l'incontro con la malattia - al pari di quello con la vecchiaia e la morte - fu decisivo per la comprensione dell'esistenza della sofferenza dell'umanità. Anche per il cinema, spesso, le cose van così e...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2010
2010

Recensione

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

Uno degli esiti più felici nella filmografia di Giuseppe Bertolucci, una galleria dolente e surreale di figurine stralunate alle prese con la vacuità dell'esistenza, immerse nella struttura corale dell'affresco ed in un coinvolgente gioco di incastri-incroci-incontri tra le miserie dei vari personaggi, capeggiati dallo psicologo Dario (Diego Abatantuono), novello...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

La vita è “strana” perché “estranea, aliena” al nostro modo di pensare il futuro ed impostare il rapporto con i nostri simili. Questo film rispedisce al mittente la filosofia patinata del “cogli l’attimo, afferra il tuo destino, sfrutta l’occasione” e gli aforismi incantati come “gli uomini sono fatti gli uni per gli altri”. Il mondo ritratto è l’esatto opposto del...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito