Espandi menu

Assassinio sull'Orient Express

Regia di Kenneth Branagh vedi scheda film

Recensioni

L'autore

AlbertoBellini

AlbertoBellini

Iscritto dall'8 febbraio 2015 Vai al suo profilo
  • Seguaci 36
  • Post 1
  • Recensioni 150
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Assassinio sull'Orient Express

di AlbertoBellini
6 stelle
 
Del Sir Kenneth Branagh regista si possono dire molte cose. Gli si può criticare sino alla noia il suo autoriale, e autorevole, animo shakespeariano che in passato ha toccato Frankenstein di Mary Shelley, Il flauto magico e, forse il più importante, l’Amleto del suo adorato William. Tuttavia, non gli si può negare il coraggio di trasporre sul grande schermo suddette opere (solo una manciata all’interno della filmografia), nonché l’enorme, genuino amore per la letteratura, il teatro e il cinema. Bisogna dargliene atto, poiché anche in quest’ultimo caso, alle prese con IL giallo di Agatha Christie, ciò che più viene scaturito dai 114 minuti di durata è proprio quell’amore per il racconto, al di là dei piani sequenza e di tanti altri begli esercizi di stile. Branagh punta a far conoscere - nel remoto caso ce ne fosse bisogno - il romanzo della scrittrice brittanica attraverso una rilettura moderna, ma nella quale si respira un profumo d'altri tempi; da questo punto di vista, ha giovato la scelta di dirigere il film in pellicola 70mm. Se esteticamente si resta soddisfatti, non si può dire la medesima cosa osservando la struttura narrativa, che ha inizio con quiete e lentezza (com'è giusto che sia), per poi ingranare improvvisamente con un'apparente fretta dalla seconda metà agli attimi antecedenti alla grande rivelazione, negando tutti quei momenti di riflessione, anche intospettiva, per i caratteri in scena e per lo spettatore che, se è alle prese con il soggetto per la prima volta, potrebbe rimanere confuso o perdersi qualche passaggio importante. Manco a dirlo, il ricco cast contribuisce a rendere il film più teatrale di quanto sia stato pensato e costruito; troviamo attori di un certo peso come Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz, Josh Gad, Willem Dafoe,  Judi Dench, Derek Jacobi, Daisy Ridley, Johnny Depp e lo stesso Kenneth Branagh, che da vita ad un Hercule Poirot singolare, ma comunque fedele a come ce lo siamo sempre immaginati durante le letture, la cui interpretazione mi ha più volte ricordato quella di Christoph Waltz nel Django Unchained di Quentin Tarantino.
Trovo sia assai inutile tirare in ballo la meraviglia e l’inquietudine racchiuse nelle immagini del film di Sidney Lumet, di tutt’altri livelli, o addirittura la penna della stessa Christie; Assassinio sull’Orient Express di Kenneth Branagh si presenta con umiltà, a differenza di tanti altri prodotti usciti negli ultimi tempi, conscio dei propri limiti. Insomma, è un bel film, e per quanto mi riguarda, basterebbero le musiche di Patrick Doyle e - sopratutto - quel finale, ove nella risoluzione si va a citare e omaggiare l’Ultima Cena di da Vinci, per salvarlo dall’eccessiva ferocia della critica.
 

Willem Dafoe, Daisy Ridley, Tom Bateman, Michelle Pfeiffer, Derek Jacobi, Leslie Odom Jr., Penélope Cruz, Johnny Depp, Judi Dench, Kenneth Branagh, Josh Gad, Olivia Colman

Assassinio sull'Orient Express (2017): Willem Dafoe, Daisy Ridley, Tom Bateman, Michelle Pfeiffer, Derek Jacobi, Leslie Odom Jr., Penélope Cruz, Johnny Depp, Judi Dench, Kenneth Branagh, Josh Gad, Olivia Colman

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati