Trama

Janet e il marito organizzano una festa per celebrare la di lei promozione a ministro ombra della Sanità. Le rivelazioni successive faranno però emergere sentimenti pericolosi e potenzialmente micidiali che porteranno alcuni degli ospiti a rivalutare il loro intero sistema di convinzioni.

Approfondimento

THE PARTY: UNA FESTA CHE SCIVOLA NEL SANGUE

Diretto e scritto da Sally Potter, The Party racconta la storia di una festa destinata a trasformarsi in qualcosa di drammatico a seguito di rivelazioni inattese. Tutto ha inizio quando Janet, appena nominata ministro di un governo ombra, decide di festeggiare insieme al marito Bill e a pochi amici intimi quello che considera il coronamento della sua carriera politica. Gli amici giungono nella loro abitazione e tutto procede per il meglio fino a quando Bill, improvvisamente, fa due rivelazioni esplosive che mandano sotto shock la moglie e i presenti. Amore, amicizia, convinzioni politiche e modi di vivere sono a un tratto rimessi in discussione e, dietro la facciata liberale dei presenti, a poco a poco emerge un malcontento che ben presto degenera nel sangue.

Con la direzione della fotografia di Aleksei Rodionov, le scenografie di Carlos Conti e i costumi di Jane Petrie, The Party comincia come una commedia sottilmente spiritosa e piena di dialoghi taglienti per deviare poi in tragedia basandosi su un unico presupposto: quando la vita non può più essere controllata dalla ragione, la gente combatte con le unghie e con i denti per proteggere la propria esistenza apparentemente stabile. A spiegare meglio la genesi dell'opera sono le parole della stessa regista, in occasione della partecipazione del film al Festival di Berlino 2017: "The Party è una commedia che si tramuta in dramma: un raduno di amici volge al peggio e degenera in violenza in un brevissimo lasso di tempo. Una settimana può rappresentare un tempo molto lungo in politica ma in un rapporto anche alcuni minuti possono essere anche troppi per veder cambiare le cose. Quando si è sotto pressione in un ambiente ristretto (una casa percepita come una reggia in breve si può tramutare in una prigione), tutto ciò che è stato tenuto nascosto può venire velocemente in superficie. Da scrittrice, questo è l'abisso che ho voluto prendere in considerazione: in una situazione sul filo del rasoio, volevo osservare cosa accade a un gruppo di persone che mantiene le proprie posizioni su ciò che è moralmente giusto e politicamente corretto.

The Party è stato pensato come un film di "messa a nudo" in grado di trasformare il confinamento in un ambiente chiuso (e i vincoli dettati dal tempo) in virtù. In un bianco e nero cinematografico senza elaborati effetti speciali o continui cambi di posizione, contribuiscono alla narrazione elementi apparentemente semplici. Ogni cosa deve essere in evidenza e non ci devono essere elementi nascosti quando si lavora, come in questo caso, con una storia in cui sono presenti semplicemente i personaggi, la luce e l'ombra, le voci e la musica. La camera deve essere in grado di cogliere nei volti dei personaggi i momenti di una crisi generata non appena chiunque inizia a dire la verità. Sono stata fortunata a lavorare con un gruppo di attori capaci di mettersi al servizio della storia con entusiasmo e disciplina e di strapparti una risata dolceamara in un momento in cui ciò che accade nel mondo ci fa venire solo voglia di piangere".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

The Party è l'ottavo film da regista di Sally Potter, regista e sceneggiatrice inglese. Classe 1948, la Potter a soli 14 anni ha realizzato il suo primo film in 8mm e, dopo aver studiato coreografia e musica, ha debuttato nel 1983 con la regia del suo primo lungometraggio, The Gold Diggers. Il grande successo di... Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • questo Carnage versione Sally Potter è sicuramente un film che si vede con piacere...forse però 70' minuti non sono sufficienti a farci entrare fin in fondo nella comprensione dei vari personaggi, il cui tratteggio per alcuni appare un po' frettoloso, così come l'arrivo del finale. colonna sonora, diegetica, come al solito molto variegata.

    commento di giovenosta
  • Solo un film essenzialmente moderno può esser realista e così vivace. E The Party, senza esagerare con gli elogi, coglie bene lo spirito del nostro tempo.

    leggi la recensione completa di andri76
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
6 stelle

CINEMA OLTRECONFINE - FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017 - SELEZIONE UFFICIALE/TUTTI NE PARLANO Le parole a volte fanno male, piu' male che un oggetto contundente: le ferite che provocano lacerano in modo più sottile ed emozionale e talvolta inducono a reazioni, o sprigionano scatti comportamentali inconsulti in coloro che, impreparati, si trovano ad ascoltarle, tali da indurre a... leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

andri76 di andri76
8 stelle

In questa commedia frizzante, ripresa in un B/N troppo semplice (che sembra nascondere qualcosa), Sally Potter dirige un cast formidabile e conquista lo spettatore grazie ad una brillante sceneggiatura ed un montaggio con dell'ottimo senso dell'umorismo. I personaggi stereotipati sono prototipi delle categorie dei nostri tempi: il cinico, il santone, l'intellettuale, il nuovo yuppi, etc.... leggi tutto

1 recensioni positive

locandina
Foto
Il meglio del 2017
2017

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

CINEMA OLTRECONFINE - FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2017 - SELEZIONE UFFICIALE/TUTTI NE PARLANO Le parole a volte fanno male, piu' male che un oggetto contundente: le ferite che provocano lacerano in modo più sottile ed emozionale e talvolta inducono a reazioni, o sprigionano scatti comportamentali inconsulti in coloro che, impreparati, si trovano ad ascoltarle, tali da indurre a...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito