Oltre la notte

Trama

Senza che se lo aspettasse, Katja vede la sua vita andare in frantumi: il marito e il figlio muoiono in seguito all'esplosione di una bomba nella comunità turco-tedesca di Amburgo. La polizia arresta due sospetti, una giovane coppia neonazista. Katja ha sete di giustizia e per lei non c'è altra soluzione che meditare vendetta per la sua famiglia.

Approfondimento

OLTRE LA NOTTE: GIUSTIZIA E VENDETTA

Diretto e sceneggiato da Fatih Akin, Oltre la notte racconta la storia di Katja, una donna la cui vita viene sconvolta il giorno in cui il marito Nuri e il piccolo figlio Rocco rimangono uccisi in un attacco terroristico. Gli amici e la famiglia provano a darle il conforto di cui ha bisogno ma la sua mente è più concentrata nell'individuare gli autori dell'attentato e le ragioni che si celano dietro a esso. Ferite e dubbi accompagnano Katja che ben presto è costretta a fronteggiare il difficile processo contro i due sospetti, una coppia appartenente alla scena neonazista. Durante il procedimento, Katja può contare sulla rappresentanza di Danilo, avvocato e miglior amico di Nuri. Il processo però testa presto i limiti di Katja, che desidera solo avere giustizia, in un modo o nell'altro.

Con la direzione della fotografia di Rainer Klausmann, le scenografie di Tamo Kunz, i costumi di Katrin Aschendorf e le musiche originali composte da Joshua Homme, Oltre la notte viene così descritto dal regista in occasione della partecipazione in concorso al Festival di Cannes 2017: "Sono stato ispirato dagli omicidi neonazisti degli anni Duemila. Il gruppo neonazista National Socialist Underground ha messo a segno una serie di omicidi a sfondo xenofobo tra il 2000 e il 2007 in tutta la Germania. Per me, di origine turca, tutto ciò era sconvolgente... mio fratello ad esempio era molto vicino a qualcuno che è stato assassinato ad Amburgo. La cosa più scandalosa però era data dalle indagini della polizia, che focalizzava la propria attenzione sulle vittime avanzando accuse di traffico di droga o legami con il mondo del gioco d'azzardo clandestino. Le pressioni della polizia erano tali che anche la stampa e la comunità hanno cominciato ad avere sospetti simili.

Per il personaggio di Katja mi sono concentrato sul concetto di "vendetta". Esiste davvero la vendetta? E chi metterebbe in atto? Che vuol dire vendicarsi? Katja è una donna dalla propria morale e da una concezione personale del termine "giustizia". In un certo qual modo, incarna qualcosa di assopito che esiste in ognuno di noi e che tale dovrebbe rimanere sempre. Non ero interessato alla prospettiva degli assassini, per me era chiaro con chi dovevo simpatizzare e su chi dovevo concentrarmi. Ecco perché Oltre la notte è diventato per me un film molto personale: sebbene sia bionda e con gli occhi azzurri, Katja è il mio alter ego.

In fase di sceneggiatura, mi sono avvalso della collaborazione del regista, attore e sceneggiatore Hark Bohm sin dall'inizio. Hark è anche un avvocato e la sua esperienza mi è stata molto utile: insieme, abbiamo assistito a Monaco al processo contro l'NSU nel 2013. Egli mi ha insegnato a studiare bene i casi e come impostare le scene in aula durante un processo".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Oltre la notte è il regista Fatih Akin. Nato nel 1973 ad Amburgo da una coppia di immigrati turchi, ha studiato Belle Arti all'Università prima di esordire come regista nel 1998 con il thriller Short Sharp Shock. I primi riconoscimenti internazionali gli sono però arrivati nel 2004 con la vittoria... Vedi tutto

Commenti (1) vedi tutti

  • Tre fasi della vita di una donna, che ha saputo essere moglie e madre; tre fasi della vita di una persona, che non puo' accettare il suo destino. Soprattutto, tre fasi di un film che sbanda paurosamente nel raccontare senza enfasi quanto sia impossibile vivere nei ricordi.

    leggi la recensione completa di maurri 63
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

maurri 63 di maurri 63
5 stelle

CANNES 70 - CONCORSO UFFICIALE Fatih Akin sulle tracce di una vena perduta: ovvvero l'impossibilita' di ritrovare un autore. "In the fade" - dall'originale "Aus dem Nichts", titolo piu' pertinente perche' allude al nulla in cui viene a trovarsi la protagonista, improvvisamente - ci racconta, diviso in tre capitoli ( riferiti alla famiglia, ai figli - con processo annesso - e ad un simbolico... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Diane Kruger
Foto

Recensione

maurri 63 di maurri 63
5 stelle

CANNES 70 - CONCORSO UFFICIALE Fatih Akin sulle tracce di una vena perduta: ovvvero l'impossibilita' di ritrovare un autore. "In the fade" - dall'originale "Aus dem Nichts", titolo piu' pertinente perche' allude al nulla in cui viene a trovarsi la protagonista, improvvisamente - ci racconta, diviso in tre capitoli ( riferiti alla famiglia, ai figli - con processo annesso - e ad un simbolico...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
locandina
Foto
Diane Kruger
Foto
Uscito nelle sale italiane il 1 gennaio 1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito