Espandi menu

Borg McEnroe

Regia di Janus Metz Pedersen vedi scheda film

Tutto il cast

Cast Borg McEnroe

A dirigere Borg McEnroe è il regista e sceneggiatore danese Janus Meltz. Classe 1974, Meltz si è laureato in Comunicazione alla Roskilde University prima di cominciare a lavorare come ricercatore per il mondo dei documentari e trasferirsi in Sudafrica. Nel continente nero ha cominciato a lavorare dietro le quinte di un dramma televisivo, interessandosi allora alla regia. Borg McEnroe è il suo primo lungometraggio di finzione ma il suo nome è conosciuto dalla critica internazionale grazie al lavoro svolto con il documentario Armadillo. Ha anche curato la regia del terzo episodio della seconda stagione della serie tv True Detective.

Protagonisti di Borg McEnroe nei panni rispettivamente di Björn Borg e John McEnroe sono gli attori Sverrir Gudnason e Shia LaBeouf. Nato nel 1978, svedese ma di origini islandesi, Gudnason ha cominciato a recitare sin da bambino muovendo i primi passi al teatro e in televisione. Nel 2009 ha ricevuto un premio allo Shanghai International Film Festival per la sua performance nel film svevo-danese Original. Volto della serie televisiva Il commissario Wallander (in cui ha interpretato Pontus), è stato già protagonista di A Serious GameWaltz for Monica. LaBeouf, californiano nato nel 1986, ha mosso i primi passi nella factory Disney e deve la sua notorietà ai primi tre film della serie Transformers e a Fury. Ha legato il suo nome anche a progetti indipendenti come Man DownAmerican Honey.

Il ruolo di Lennart Bergelin, l'allenatore di Borg, è invece ricoperto da Stellan Skarsgård, che con LaBeouf ha condiviso il set di Nymphomaniac di Lars von Trier. Il cast principale è poi completato dagli attori Tuva Novotny (è Mariana Simionescu, tennista rumera che Borg ha sposato), Ian Blackman (è John McEnroe Sr, il padre di McEnroe), Robert Emms (è Vitas Gerulaitis, tennista statunitense che nel 1980 ha sfidato Borg nella finale del Roland Garros) e Scott Arthur (è Peter Fleming, tennista statunitense che considerava McEnroe il miglior tennista al mondo).