Trama

1750. Giacomo Vigetti, seminarista, deve lasciare Bologna per evitare la condanna per aver messo incinta e fatto abortire una giovinetta. Tramite una vecchia dama in odore di stregoneria ottiene un salvacondotto e parte per la Toscana, per lavorare al servizio di un misterioso personaggio: un ex parroco, allontanato dalla Chiesa per i suoi esperimenti che gli valsero la definizione di "arcano incantatore", condannato a vivere isolato con la sola presenza del segretario. Giacomo deve appunto sostituire il vecchio scritturale appena morto. Superato il terrore iniziale, il giovane si convince che gli esperimenti del suo maestro non sono affatto demoniaci, e comincia a sostenerlo nei suoi studi sui poteri telepatici.

Commenti (10) vedi tutti

  • Riuscita l'ambientazione e la fotografia. Per il resto, abbastanza noioso, per nulla pauroso o horror. Sceneggiatura pasticciata e audio del parlato a volte indecifrabile. Rende bene il senso di sporco e precarietà di quei tempi oscuri. Assolutamente niente a che fare con i capolavori di Avati.

    commento di ezzo24
  • non basta mettere le vocine sussurranti per avvicinarsi a "La casa dalle finestre che ridono", che era ben altra cosa rispetto a questo innocuo e noiosissimo film, non scherziamo...

    commento di giovenosta
  • Si respira un'atmosfera gotica, anche se la trama prende una svolta per il poco interessante,colpa  di una sceneggiatura un po’ scialba e a tratti farraginosa.voto 5-

    commento di wang yu
  • meraviglioso, un raro film di terrore. Bava e Avati sono stati i veri ed unici registi di film di terrore: niente o poco splatter ma tanta suspence e paura.

    commento di lonestar
  • Questa volta l'ennesima incursione nell'horror gotico di Avati è in costume. Le atmosfere sono azzeccate ed inquetanti, il finale è un pò particolare, sospeso tra ambiguità non del tutto chiare…

    commento di LIBERTADIPAROLA75
  • Bel film,con le giuste atmosfere gotiche e quella buona dose di horror all'italiana che richiamano in parte l'irraggiungibile "La casa dalle finestre che ridono".

    commento di galaverna
  • Bello. Mi è piaciuta soprattutto l'ambientazione.

    commento di Utente rimosso (metallopesante)
  • Un buon horror, indubbiamente, dopo anni di commedie. Particolare anche la ambientazione, il castello e lo splendido appennino.

    commento di stalker63
  • Grande ritorno di Avati all'horror. Come Zeder, vi rimarrà impresso nella capoccia per tanto tempo.

    commento di ronk
  • Avati si dimostra superiore a certe baracconate d'oltreoceano, con questo film fa passare lungo le nostre schiene dei veri e sani brividi!

    commento di Keiser Soze
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

GIANNISV66 di GIANNISV66
10 stelle

Ancora una storia Horror per Pupi Avati, regista bolognese specializzato in ritratti di amicizia e amore nella sua Emilia ma che ogni volta che si accosta al cinema di genere (la terza in questo caso, o forse la quarta considerando anche Voci Notturne) lo fa con grande abilità. Dopo l'ambientazione nel delta padano della Casa dalle Finestre che Ridono, questa volta sono i boschi e... leggi tutto

12 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Avati torna al vecchio amore, quello per l'horror - diciamo - 'patinato'. I suoi film 'neri' sono lavori dalle atmosfere tenebrose, nei quali però non si rintracciano scene particolarmente macabre, sanguinolente o abusi di effetti speciali: la bravura del regista bolognese sta anche in questo, nel saper rendere l'inquietudine della storia e dei suoi protagonisti anche senza usare mezzi... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni
Disponibile dal 18 gennaio 2017 in Dvd a 10,43€
Acquista
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Il Gotico

GIANNISV66 di GIANNISV66

Che cos'è il Gotico? Il termine venne coniato niente meno che nel XVI secolo da Giorgio Vasari (1511 – 1574) che lo usò in senso spregiativo per definire lo stile architettonico nato in Francia nel XII secolo e...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 6/7. Il film che non ti aspetti, infatti improvvisamente Pupi Avati torna indietro nel tempo e propone un prodotto originale, ed altrettanto particolare, che intende apertamente scavare in ambiti diversi dalla sua produzione del periodo (anni novanta e seguenti) rievocando le sue (indimenticabili) propensioni horror-gotiche degli anni settanta . Risultato senza dubbio apprezzabile, e...

leggi tutto

Byblion

GIANNISV66 di GIANNISV66

Viviamo in un mondo di ombre, ….e la fantasia è un bene raro. Quel libro mi ha insegnato che la lettura può farmi vivere con maggiore intensità, che può restituirmi la vista. Carlos Ruiz Zafón L'ombra del...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

GIANNISV66 di GIANNISV66
10 stelle

Ancora una storia Horror per Pupi Avati, regista bolognese specializzato in ritratti di amicizia e amore nella sua Emilia ma che ogni volta che si accosta al cinema di genere (la terza in questo caso, o forse la quarta considerando anche Voci Notturne) lo fa con grande abilità. Dopo l'ambientazione nel delta padano della Casa dalle Finestre che Ridono, questa volta sono i boschi e...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Avati torna al vecchio amore, quello per l'horror - diciamo - 'patinato'. I suoi film 'neri' sono lavori dalle atmosfere tenebrose, nei quali però non si rintracciano scene particolarmente macabre, sanguinolente o abusi di effetti speciali: la bravura del regista bolognese sta anche in questo, nel saper rendere l'inquietudine della storia e dei suoi protagonisti anche senza usare mezzi...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

hallorann di hallorann
10 stelle

Il regista bolognese Pupi Avati possiede almeno tre anime cinematografiche, una è quella sentimental-minimalista-nostalgica a cui appartengono UNA GITA SCOLASTICA, FESTA DI LAUREA, IL TESTIMONE DELLO SPOSO, IL CUORE ALTROVE; una seconda acre e cattiva come il dittico REGALO DI NATALE e LA RIVINCITA DI NATALE; la terza è quella horror più sporadica nella sua ricchissima...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Recensione

howl di howl
4 stelle

tutto la trama si snoda intorno alla lotta contro un Maligno di mutevoli sembianze;horror italicosu base religiosa ben lontano dai fasti del Nome della Rosa.Pupi Avati non è all'altezza delle sue grandi opere ke lo hanno reso celebre anke oltreoceano.

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito