La più bella serata della mia vita

Trama

L'industriale italiano Alfredo Rossi si trova in Svizzera per depositare illegalmente un'ingente somma in una banca del luogo. La banca è chiusa, e non trovando alberghi aperti, ottiene ospitalità in un castello, presso quattro magistrati in pensione. Questi imbastiscono, un po' per scherzo, un po' no, un finto processo a carico di Rossi, colpevole di aver ucciso il suo predecessore nell'azienda. Tratto da un bel racconto di Dürrenmatt, il film di Scola è pieno di ambizioni che riesce solo in parte a sostenere. Peccato, se non altro per l'ottimo quartetto di vecchie glorie francesi nelle parti dei giudici.

Commenti (5) vedi tutti

  • Dramma filosofico che offre spunti e riflessioni ancora d'attualità...

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Originale, ben diretto (Scola) ed interpretato; con una bellissima Janet Agren (la baronessa di Carini !).

    commento di stokaiser
  • Molto bello, un altro bel film di Scola e Sordi.

    commento di lonestar
  • Graffiante film pervaso da un'inquietante tensione per tutta la sua durata. Molto bravo Sordi nell'interpretazione dell'italiano furbacchione. Voto 7-

    commento di jeffwine
  • Uno dei film più insoliti del grande Albertone, misterioso ed inquietante come pochi. Un gioiello comunque, da non perdere.

    commento di ilmarchese
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

curiosone49 di curiosone49
10 stelle

L'dea venne a Scola da un romanzo breve del 1956, La panne – Una storia ancora possibile, di Friedrich Dürrenmatt, scrittore, pittore e drammaturgo svizzero ed è incentrato sulla difficoltà che ha la legge a condannare in base a prove certe.  Il film venne poi ritagliato su Sordi, e l'interpretazione dei grandi attori francesi presentò qualche difficoltà di traduzione. leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

Un industriale, in trasferta svizzera per depositare una somma di denaro, trova il suo angelo vendicatore in una misteriosa motociclista vestita di nero: per seguirla va a finire in un castello dove quattro magistrati in pensione amministrano una sorta di giustizia parallela, processando chi per vari motivi era riuscito a farla franca. Sordi fa il solito borghesuccio dalla coscienza sporca, e... leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
8 stelle

La più bella serata della mia vita è magistrale nel saper creare e mantenere la tensione drammatica a livelli alti, nonostante lo spettatore sappia benissimo che il processo è una buffonata. Oltreutto, nonostante sia ambientato in Svizzera, offre una riflessione arguta e per nulla banale sulla classe dirigente italiana degli anni '70 e su come questo paese stesse cambiando...

leggi tutto
Recensione
Il meglio del 2016
2016

Recensione

antonio de curtis di antonio de curtis
8 stelle

Gran bel film poco noto Grande Albertone ed i "4 mostri sacri francesi" Tratto molto liberamente dal libro La panne. Una storia ancora possibile di Friedrich Dürrenmatt e adattato nella sceneggiatura dal regista Ettore Scola e Sergio Amidei, La più bella serata della mia vita porta con sé i toni grotteschi e surreali  e li amplia con un registro thriller-horror...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

curiosone49 di curiosone49
10 stelle

L'dea venne a Scola da un romanzo breve del 1956, La panne – Una storia ancora possibile, di Friedrich Dürrenmatt, scrittore, pittore e drammaturgo svizzero ed è incentrato sulla difficoltà che ha la legge a condannare in base a prove certe.  Il film venne poi ritagliato su Sordi, e l'interpretazione dei grandi attori francesi presentò qualche difficoltà di traduzione.

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Un industriale, in trasferta svizzera per depositare una somma di denaro, trova il suo angelo vendicatore in una misteriosa motociclista vestita di nero: per seguirla va a finire in un castello dove quattro magistrati in pensione amministrano una sorta di giustizia parallela, processando chi per vari motivi era riuscito a farla franca. Sordi fa il solito borghesuccio dalla coscienza sporca, e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Scola arriva ad una svolta, grazie a questa pièce teatrale, a sua volta presa da un racconto di Friedrich Durrematt, riadattata  con Sergio Amidei e da lui stesso, nel senso che tenta un strada diversa dalla commedia  all’italiana, facendone un incrocio ben calibrato e certamente originale. Il collegamento si serve della presenza di un titolato del genere come Alberto Sordi, mischiato a...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2008
2008

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

A far da canovaccio ad uno dei migliori e più sottovalutati film di Ettore Scola c’è il racconto Le panne. Curioso che due sceneggiatori di ferro come lo stesso Scola e Sergio Amidei si affidino ad una storia strutturata già di per sé in maniera robusta ed abbastanza architettata con ingegnosa originalità. L’origine, dunque, è importante:...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003

The World Is Yours

ty di ty

Edoardo VIII abdicò per sposare Wallis Simpson nel 1937. Al momento dell'abdicazione, l'arcivescovo di Canterbury gli disse: "Che pazzia buttare via una corona per una donna". E il re: "Avete mai provato ad andare a...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito