Trama

L'anziano professor Isak Borg, un luminare della medicina, si reca a ritirare un ambito riconoscimento nell'Aula Magna dell'Università di Lund. Prima di intraprendere il viaggio fa un sogno premonitore che lo invita a riconsiderare tutta la sua vita. Nel lungo viaggio lo accompagna la nuora Marianne che è in crisi con il marito, un uomo gelido ed egoista. La sosta presso la casa natale di Borg è l'occasione per ripensare al passato e ritornare nel "posto delle fragole".

Note

È uno dei capolavori del regista svedese che traccia, tra sogno e incubo, l'itinerario esistenziale di un uomo avviato, non serenamente, verso la morte. Il film ottenne l'Orso d'oro al festival di Berlino e numerosi altri premi in tutto il mondo.

Commenti (23) vedi tutti

  • Parlate con sincerità ai vostri cari ve li avvicinerete e sarete meno soli! Bellissimo film di un Bergman stranamente solare e ottimista. Per imparare dai film ad accettare la vecchiaia ed a viverla più serenamente oltre a questo film vedete anche Umberto D e Vivere di Kurosawa.

    commento di marco bi
  • Ok leggendo la Storia il Film sembra anche molto triste ed infatti proprio lo e' e lo Spettatore ne risente assai,almeno gli Attori se la cavano bene anche se la visione risulta assai ostica.voto.4.

    commento di chribio1
  • Un grande film sopratutto per l'epoca in cui e' stato realizzato. Insomma grande cinema e bei ricordi!

    commento di robni
  • cito quanto detto da un altro commentatore "dire che è un capolavoro è un luogo comune, ma bisogna dirlo" Grazie, Ingmar, per essere esistito

    commento di lemarquis
  • 9/10: bellissimo viaggio onirico, reale ed esistenziale fra passato e presente. Tutto ha l'intensità giusta ed il giusto livello di contrasto fra caratteri, età e vitalità.

    commento di Florian Klose
  • Voto 8. Capolavoro intimistico esistenziale, tra i più alti e raffinati di tutta la storia del cinema. [25.02.2010]

    commento di PP
  • Uno dei capolavori di Bergman.Ottimo il protagonista(un regista che è stato il maestro proprio di Bergman)

    commento di antonio de curtis
  • uno dei più bei film che abbia mai visto. Intenso, provocatorio, surreale, viscerale… perfetto. Bergman riesce a mettere in scena un vero e proprio dramma.

    commento di willywonka14
  • ciao

    commento di blade runner il cacciatore
  • davvero un grande film.

    commento di florentia viola
  • commento di Dalton
  • Dalla mia memoria fuoriescono due sequenze: quella del sogno delirante e quella nel giardino "della memoria"…Splendido. Devo rivederlo prima o poi…

    commento di carlos brigante
  • 7/10

    commento di alex77
  • il capolavoro di Bergman denso di scene memorabili e capace di coinvolgerti nell analisi introspettiva anche grazie alle eccezionali prove degli attori

    commento di howard76
  • Effettivamente chi ha espresso il giudizio precedente deve avere dei problemi molto più seri. "Il posto delle fragole" è un capolavoro assoluto. Probabilmente non tutti riescono ad apprezzarlo.

    commento di sasso67
  • se i veri problemi fossero quelli che preoccupano Bergman, questo mondo sarebbe l'Eden

    commento di bocchan
  • Talmente bello da farti piangere!

    commento di woolf79
  • Sono senza parole! Capolavoro è dir poco!!!! Perfetto sotto tutti i punti di vista!!! L'incubo iniziale è da brivido!!!!

    commento di cinefilo87
  • 9

    commento di incallito
  • Una storia commovente che ti arriva dritta al cuore.Capolavoro.

    commento di gio83
  • Il film ( forse) più bello, più poetico, più bergmaniano, il film più film di tutti i tempi. Grande Bergman

    commento di mise en scene 88
  • molto ben fatto,delicatissimo,coi personaggi ben delineati e dialoghi bellissimi

    commento di sarix
  • Eccellente. Straordinario. Non solo dal punto di vista tecnico (la sequenza del primo sogno è da urlo) ma anche da quello artistico, dato che offre molti spunti di riflessione (la vita, la solitudine, l'amore). CAPOLAVORO.

    commento di valien88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

  • Orso d'Oro al Festival di Berlino 1958
Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
10 stelle

Il mio sentimento della vita si fonda nella salda persuasione che la solitudine non è per nulla qualcosa di raro o di singolare, qualcosa di peculiare solo a me e pochi altri uomini solitari, ma il fatto ineluttabile, centrale dell’esistenza umana. (Thomas Wolfe)   Smultronstället (Il posto delle fragole) è un’opera chiave nel percorso artistico in... leggi tutto

45 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Mulligan71 di Mulligan71
6 stelle

Premessa: è il primo film di Bergman che vedo. Forse anche l'ultimo? Scherzo. Non credo di abbandonare già adesso il maestro svedese, però questo tanto osannato film non mi è parso poi così grande. O, forse, non ha toccato le mie corde cinefile. Pur recitato benissimo, immerso in un bianco e nero splendido che fa risaltare, fra le altre cose, tutta la... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

AndrewTelevision01 di AndrewTelevision01
10 stelle

Niente da fare, "Il Posto Delle Fragole" é cinema allo stato puro. Già solo pensare ai primi cinque minuti, mi fa venire i brividi (positivamente parlando): posso ritenerlo, probabilmente, uno dei migliori film di sempre per la sua capacità di sapere maneggiare il suo dramma, metterlo in atto e farci godere il risultato. Son rimasto allibito da tale visione che quasi mai...

leggi tutto

Recensione

jonas di jonas
10 stelle

“I nostri rapporti con il prossimo si limitano per la maggior parte al pettegolezzo e a una sterile critica del suo comportamento. Questa constatazione mi ha lentamente portato a isolarmi dalla cosiddetta vita sociale e mondana”: nel giorno del suo massimo trionfo personale, quello che coronerà la sua brillante carriera accademica, il professor Isak Borg sa benissimo di aver...

leggi tutto
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

spopola di spopola
10 stelle

Il mio sentimento della vita si fonda nella salda persuasione che la solitudine non è per nulla qualcosa di raro o di singolare, qualcosa di peculiare solo a me e pochi altri uomini solitari, ma il fatto ineluttabile, centrale dell’esistenza umana. (Thomas Wolfe)   Smultronstället (Il posto delle fragole) è un’opera chiave nel percorso artistico in...

leggi tutto
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Film filosofici

Gundawane di Gundawane

Il tema di questa playlist è la filosofia,o per meglio dire la filosofia all'interno del cinema. Platone diceva che per spiegare un concetto filosofico sono necessarie le immagini e il cinema si è...

leggi tutto
Playlist

Piango, evviva!

karugnin di karugnin

Qualche giorno fa lessi la bella e accorata recensione di @Badu D Shinya Lynch su "Der Freie Wille": fui talmente colpito dall'intensità del suo coinvolgimento emotivo che procurai di vedere il film il giorno...

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

2017

YuzoAB di YuzoAB

Scrivi un testo introduttivo (potrai sempre editarlo in seguito)

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2016
2016

Recensione

ethan di ethan
9 stelle

Il Professor Isaak Borg (Victor Sjostrom) è un 78enne che vive con Marianne, la bella nuora (Ingrid Thulin, per la prima volta alla 'corte' di Bergman), moglie del figlio Evald (Gunnar Bjornstrand) con la quale non va d'accordo ed ha instaurato un rapporto costruito sulla freddezza, e l'arcigna governante Agda (Jullan Kindahl), che detesta in maniera cordiale, inoltre l'uomo ha alzato...

leggi tutto
Disponibile dal 18 maggio 2016 in Dvd a 6,99€
Acquista
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

tafo di tafo
10 stelle

“La verità è che io vivo sempre nella mia infanzia, giro negli appartamenti in penombra della mia infanzia, passeggio per le silenziose vie di Uppsala, mi fermo davanti alla Sommarhuset ad ascoltare l’enorme betulla a due tronchi. Mi sposto con la velocità di secondi. In verità, abito sempre nel mio sogno e di tanto in tanto faccio una visita alla realtà “ ( Ingmar Bergman ).  ...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

I film preferiti di mia madre

steno79 di steno79

Oggi sono in vena di una playlist più "personale", non me ne voglia la community... se non ci dovesse essere neppure un commento, no problem. L'anno scorso dedicai una playlist a mio padre dopo la sua scomparsa,...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Una risata ci seppellirà!

lostraniero di lostraniero

Vi sarà sicuramente capitato di accompagnare un funerale. O di accompagnarvi nel funerale. Di farvi accompagnare da un funerale. Insomma, almeno una volta in vita vostra avrete partecipato alla morte altrui, al...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009

Playlist di Peppe Comune

Peppe Comune di Peppe Comune

Credo che per i veri cinefili,per quelli che hanno visto veramente tanti film,di ogni genere e di ogni tempo e luogo,sia davvero impossibile compilare una playlist circoscritta a soli sette titoli.Purtuttavia voglio...

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
10 stelle

Dio è un sentimento. Non si può esprimere in quantità o a parole ed il significato di una intera vita è proprio quell'incommensurabile ed indefinibile sentimento. Il discorso continuerà in Come in uno specchio (1960) e definirà questo sentimento come l'amore. Ma qui la questione (ben sintetizzata ed allegorizzata nel diverbio fra scienza e teologia dei due ragazzi che, non potendo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2008
2008

Recensione

LorCio di LorCio
10 stelle

Alla ricerca delle fragole perdute. Le fragole come simbolo dei tempi fuggiti per dar spazio al presente. Peccato che il presente non è così piacevole. Lo si capisce sin dall’incubo che tormenta il vecchio professor Isak, il protagonista: un orologio privo di lancette, che segna un tempo, più che fermato, annullato; uomini senza volto che si sciolgono al primo...

leggi tutto

La ricerca della solitudine.

rosario di rosario

Quanti monti,quanti fiumi dovro' traversare ancora prima di giungere alla terra ove finisce la solitudine...Oggi,come sempre,sono in cammino (w.bokusui). Sette film ispirati dalla solitudine,scolpiti nelle assenze...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

I miei cult

lampard8 di lampard8

Questi sono i film che più amo,che più mi appassionano, quelli che rivedrei all'infinito. Degli evergreen

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2006
2006

No Martini,no Party

ripley77 di ripley77

Questa Playlist è rivolta agli estimatori di Emanuela Martini.Riporterò sul sito alcune delle opinioni pubblicate dalla Martini (nel corso di 9 anni)nelle rubriche "Top e Flop","Cult movie","Un film per sette...

leggi tutto
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004

Come in uno specchio

rapsodiainblu di rapsodiainblu

quando ti senti solo, quando hai bisogno di star solo,quando il mondo ti lascia da solo...un buon film è incontrarsi con il più caro amico che hai:te stesso!

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2003
2003

I miei film preferiti

zhenda di zhenda

Se vorrete qui leggerete i film preferiti di una "comune mortale" anche se non completamente estranea a questo pazzesco mondo del cinema...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002

Film che mi hanno commosso (I)

woody di woody

Alcuni film che mi hanno annichilito, turbato, impietosito, emozionato, intristito, impressionato, sconvolto, intenerito... insomma che hanno tirato fuori il meglio di me, facendomi scoprire "umano".

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 1958
1958
Orso d'Oro al Festival di Berlino 1958
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito