Trama

Anna, figlia di un ambasciatore a riposo, e Claudia vengono invitate a una gita alle Eolie a bordo dello yatch di Sandro, architetto, fidanzato di Anna. Alla gita partecipano anche altri amici della coppia, ma nessuno sembra particolarmente incantato dal superbo paesaggio marino che li circonda. Dopo un litigio con Sandro, Anna improvvisamente scompare. Sandro e Claudia, inizialmente con gli altri componenti della compagnia, la cercano invano in vari luoghi; una volta rimasti soli sull'isola, tra loro si instaura un ambiguo rapporto, dapprima di reciproca tolleranza. Poi, man mano che svaniscono le speranze di trovare Anna, si abbandonano all'amore. Sembra una storia solida, ma l'uomo trova ben presto modo di abbandonarsi a un'avventura occasionale con un'altra donna. Claudia, dopo un momento di ribellione, si rassegna a perdonarlo. Su una vicenda esilissima, Antonioni costruisce un'analisi dei sentimenti di eccezionale valore, sia contenutistico che formale. È il capolavoro che apre la strada alla trilogia sull'incomunicabilità: "La notte", "L'eclisse" e "Deserto rosso".

Commenti (10) vedi tutti

  • Una noia mortale. Talmente noioso da non essere nemmeno soporifero. Se i capolavori del cinema sono questi, andiamo male. Molto male.

    commento di albertocinelli
  • Voto 6. [03.10.2010]

    commento di PP
  • Rispetto ad altri film di Antonioni coevi è più intrigante: anche dopo la fine lo spettatore non sa cosa sia veramente successo, il motivo della scomparsa della ragazza non viene chiarito (incidente, suicidio, omicidio, fuga?). Il resto è cosa nota.

    commento di jonas
  • CAPOLAVORO!!!!!!!

    commento di rosario
  • A mio parere il miglior film di Antonioni, quello nel quale tecnica e idee vanno a braccetto, e che rappresenta il culmine della sua maturità artistica.

    commento di sasso67
  • Film da vedere e rivedere.

    commento di ligeti
  • è vero alla fine antonioni ha tradotto in immagini l'incomunicabilita ma la lentezza è davvero esasperante ed il film mi è sembrato durasse un'eternita

    commento di howard76
  • 7.5

    commento di nico80
  • osannato come pochi, brutto come pochissimi

    commento di bocchan
  • 8

    commento di incallito
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

Il cinema moderno deve un grosso tributo a L’avventura di M.Antonioni, un film innovativo nella forma, nei contenuti e nella narrazione. La vicenda ruota su tre personaggi, Anna, in crisi d’identità e alla ricerca di sé, il fidanzato Sandro, ordinario borghese e dongiovanni, e l’amica Claudia, di estrazione sociale probabilmente inferiore. Antonioni lavora alla costruzione di un... leggi tutto

22 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

L’avventura è un film difficilissimo. La Vitti è meravigliosa. Ferzetti è l’emblema del maschio italiano, traditore per natura, forte a parole e nullo nei fatti. Dura due ore e mezza, o quasi. C’è dentro una sostanziosa mole di psicanalisi, c’è tanta critica alla contemporaneità. E al cinema. E ai rapporti di coppia. Lelio Luttazzi in una delle sue parti più lunghe come attore.... leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Zarathustra di Zarathustra
4 stelle

Antonioni e i suoi cari borghesi annoiati... Parla dell'incomunicabilità talmente bene da non dire assolutamente nulla. E' sicuramente un grande regista a livello tecnico, gioca con i grandi spazi e crea il senso del vuoto e del silenzio, ma tutto questo a che scopo?? Non riesco proprio a capire cosa abbia voluto dire o non dire, mi sembra una meravigliosa opera a livello formale che però... leggi tutto

2 recensioni negative

Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

scandoniano di scandoniano
8 stelle

  Anna è una ragazza benestante che trascorre qualche ora in compagnia dei suoi amici a bordo di uno yacht nelle isole Eolie. La sua insofferenza interiore si palesa lentamente, ma nessuno se ne accorge. Tanto che la ragazza scompare improvvisamente, lasciando i compagni di ventura sbigottiti. Almeno all’inizio. Ne “L’avventura”, primo film della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2014
2014

Introvabili cercasi

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista

"Mi piacerebbe tanto rivederlo, ma non esiste più in commercio..." "Ce l'avevo registrato, ma sarebbe bello se lo pubblicassero finalmente in dvd..." "L'ho visto una volta in televisione quando ero piccolo e...

leggi tutto

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
10 stelle

Durante una gita in barca nelle isole Eolie, una donna scompare misteriosamente. Durante le affannate ricerche, tra il suo fidanzato e la sua migliore amica nasce un'irrefrenabile passione. Grande capolavoro del cinema italiano firmato da Michelangelo Antonioni, che in un crescendo di pathos e di tensioni emotive nei protagonisti (che si contrappongono alla tranquillità dei paesaggi mostrati)...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2013
2013

Lea,soffio di donna al cinema

Mr.Klein di Mr.Klein

“Io mi chiamo Anna Maria,Anna Maria Massatani coniugata Bianchini,e sul mio passaporto c’è scritto Anna Maria Massatani professione casalinga perché io mi vergogno a fare l’attrice,anzi l’attrice di...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
8 stelle

Il cinema moderno deve un grosso tributo a L’avventura di M.Antonioni, un film innovativo nella forma, nei contenuti e nella narrazione. La vicenda ruota su tre personaggi, Anna, in crisi d’identità e alla ricerca di sé, il fidanzato Sandro, ordinario borghese e dongiovanni, e l’amica Claudia, di estrazione sociale probabilmente inferiore. Antonioni lavora alla costruzione di un...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

L’avventura è un film difficilissimo. La Vitti è meravigliosa. Ferzetti è l’emblema del maschio italiano, traditore per natura, forte a parole e nullo nei fatti. Dura due ore e mezza, o quasi. C’è dentro una sostanziosa mole di psicanalisi, c’è tanta critica alla contemporaneità. E al cinema. E ai rapporti di coppia. Lelio Luttazzi in una delle sue parti più lunghe come attore....

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Utente rimosso (signor joshua) di Utente rimosso (signor joshua)
10 stelle

L'avventura in questione, è quella operata da un gruppo di ricchi anonimi borghesi, nelle isole Eolie, ma si rivela essere un po' meno “avventurosa” del previsto: tutti conoscono già perfettamente ciò che vanno a visitare, tutti ci sono già stati ed a nessuno importa più niente di visitare quei luoghi così freddamente costruiti, reperibili...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

Il vuoto acquatico dentro cui fluttuano i personaggi di Antonioni si riempie, questa volta, di ambiguità ed incertezza. Il silenzio è pieno dell'attesa che un'allusione si espliciti, un'incomprensione esploda o un timore si materializzi. Gli eventi sfuggono, le decisioni slittano, ed i discorsi, anziché chiarificare, allontanano i significati, restituendo le idee al limbo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2008
2008

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10 Dramma psicologico che apre la trilogia dell'incomunicabilità del regista ferrarese, è anche uno dei film dove il paesaggio assume un ruolo essenziale nello svolgimento della vicenda, spesso come correlativo oggettivo dello stato d'animo dei personaggi. Una storia ambientata fra ricchi borghesi annoiati, che ha come punto di partenza la scomparsa di una rampolla...

leggi tutto

Viva Aldo Fittante!

LorCio di LorCio

Mercoledì 2 dicembre (a proposito, buon anno). Acquisto il nuovo numero di FilmTV. Apro. Niente “La finestra sul cortile”, niente Emanuela Martini. Nuova rubrica, “Lavori in corso”, di Aldo Fittante. Leggo....

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Arrivederci ragazzi

LorCio di LorCio

In poco più di 24 ore ci hanno lasciato due dei registi, due degli autori che più hanno reso grande la Settima Arte: in ordine di scomparsa, Ingmar Bergman e Michelangelo Antonioni. Due maestri dell'anima....

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005

DALLA CRONACA ALL'ECLISSE

Aquilant di Aquilant

Percorso frastagliato, completamente in salita quello di Antonioni che fin dai suoi esordi, in piena epoca di neorealismo, si compiace di procedere controcorrente, impostando il suo primo lungometraggio addirittura...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

archetipo del cinema di Antonioni, con Ferzetti e la Vitti del tutto in parte, e' in equilibrio perfetto tra contenuto esistenzialista (l'incomunicabilita' nei rapporti di coppia) e contenuto sociale (il quadro desolato della societa' borghese del boom). La rarefazione narrativa, le digressioni, i silenzi e l'attenzione rivolta alla collocazione dell'individuo nel paesaggio hanno influito...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

cinema europeo degli anni '60

steno79 di steno79

ho scelto sette film europei degli anni '60 perchè credo che in quel decennio la cinematografia del vecchio continente abbia toccato uno dei vertici della sua storia, e non solo per merito delle nouvelles vagues

leggi tutto
Il meglio del 2002
2002

SPLENDIDI!

famous di famous

alcuni dei film ke preferisco e ke non ho visto quasi in nessuna playlist...ma avete visto tutti sempre e solo gli stessi film?non esiste solo kubrick!dedico questa lista a TY e ad AYRAD,due ragazzi ke ne sanno...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 1960
1960
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito